• Procedura
    40 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Tagliolini all’uovo con pesce spada

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    300 g di tagliolini freschi all'uovo
    4 uova
    80 g di pisellini già sgusciati
    1/2 limone
    1 ciuffo di prezzemolo
    100 g di fagiolini
    4 cucchiai di olio extravergine di oliva
    1 fetta di pesce spada da 150 g
    sale

    Mettete le uova in un pentolino con acqua fredda e fatele rassodare per 8 minuti, da quando l'acqua inizia a bollire. Scolatele, lasciatele raffreddare qualche minuto e sgusciatele. Tagliate le uova sode a metà, separate i tuorli dagli albumi, tenendo quest'ultimi per un'altra preparazione. Passate, quindi, i tuorli attraverso un colino a maglie fitte, schiacciandoli con il dorso di un cucchiaio e raccogliendoli in una ciotola.
    Mondate i fagiolini, spuntateli, eliminate l'eventuale filo e lavateli. Sciacquate i pisellini. In una ciotolina, fate sciogliere un pizzico di sale con il succo di limone sbattendo con una forchetta, poi unite a filo l'olio extravergine, sempre sbattendo.
    Lessate i fagiolini e i piselli in acqua leggermente salata bollente, scolateli al dente e riuniteli nella ciotola assieme al condimento preparato. Scaldate una piastra di ghisa e, solo quando è bollente, fate cuocere il pesce spada per 3-4 minuti per lato, poi salatelo.
    Tagliate il pesce cotto a dadini di circa 1 cm di lato e riuniteli ai piselli e ai fagiolini spezzettati nella ciotola. Lessate i tagliolini in abbondante acqua bollente salata e scolateli al dente, lasciandoli un po' umidi. Trasferiteli nella ciotola con le verdure e il condimento, spolverizzateli con il prezzemolo lavato, asciugato e tritato grossolanamente, mescolando per amalgamare tutti gli ingredienti.
    Trasferite i tagliolini conditi con il pesce spada e le verdure su un piatto da portata (o una zuppiera di servizio), corspargeteli con i tuorli d'uovo sbriciolati e serviteli immediatamente in tavola, ancora fumanti.
    Riproduzione riservata