Idee in cucina

Spaghetti alla trapanese

5/5
  • Procedura 28 minuti
  • Cottura 8 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Spaghetti alla trapanese


    invia tramite email stampa la lista

    Preparazione

    1) Lavate una manciata di foglie di basilico fresco, sgocciolatelo e mettetelo nel mixer insieme con 50 g di mandorle pelate e 1 spicchio di aglio sbucciato. Frullate il tutto aggiungendo a 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva, mettete il composto ottenuto in una ciotola e incorporate 100 g di pecorino grattugiato.

    2) Portate a ebollizione dell'acqua in una casseruola. Lavate 500 g di pomodori maturi, scottateli nell'acqua bollente per un istante, poi scolateli e passateli sotto l'acqua fredda. Spellateli, eliminate i semi, tagliuzzateli con il coltello, quindi uniteli al pesto di mandorle e basilico già preparato.

    3) Cuocete 280 g di pasta di semola di grano duro in abbondante acqua salata in ebollizione, scolatela al dente conditela con il sugo al pesto rosso preparato. Una manciata di pomodori secchi, ammorbiditi in acqua tiepida e tritati fini, può arricchire questo pesto trapanese.


    La pasta con il pesto alla trapanese - "cull'agghia" in dialetto - è una ricetta antica dalle numerose varianti. Tipica della Sicilia occidentale e in particolare della splendida provincia di Trapani, altro non è che un primo piatto dal sugo vegetariano semplicemente ottimo, sia dal punto di vista nutrizionale che del gusto. Utilizzato tradizionalmente per condire i busiati - maccheroni freschi stesi con un ferretto - si può usare anche con gli spaghetti, i bucatini o le linguine.

    In questa ricetta abbiamo preparato un pesto rosso di mandorle, pomodori, pecorino e basilico ma si possono aggiungere anche altri ingredienti come patate e fagiolini tipici della pasta con il pesto alla genovese. Mai provato? Cliccate qui per la ricetta super ricca.

    di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata