Spaghetti alla puttanesca

4/5
  • Procedura 30 minuti
  • Cottura 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Spaghetti alla puttanesca


    invia tramite email stampa la lista

    Preparazione

    1) Per preparare gli spaghetti alla puttanesca per prima cosa dissala 50 g di capperi e 100 g di acciughe sotto sale. Elimina con cura il sale dei capperi: sciacquali bene sotto acqua fredda corrente, poi mettili in una ciotola con acqua fredda per dieci minuti e strizzali. Sfiletta le acciughe sotto acqua fredda, mettile in una ciotola con acqua fredda per dieci minuti, poi sgocciolale e asciugale.

    2) Spella 1 spicchio di aglio, fallo rosolare per 2 o 3 minuti in una padella con 6 cucchiai di olio extravergine d'oliva1 peperoncino piccante secco sbriciolato. Quando inizierà a dorarsi, aggiungi le acciughe e falle sciogliere: schiacciale con un cucchiaio di legno, lasciandone alcune a pezzetti; unisci 500 g di pomodori pelati spezzettati con una forchetta e 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro.

    3) Unisci al sughetto i capperi e 100 g di olive nere snocciolate e prosegui la cottura del sugo a fiamma bassa per circa 20 minuti. Intanto lessa 320 g di pasta di semola di grano duro in abbondante acqua bollente salata, falla cuocere per il tempo indicato sulla confezione e scolala al dente.

    4) Trasferisci gli spaghetti nella padella con il sugo alla puttanesca, mescolala, lasciala insaporire sul fuoco per qualche istante e servi la pasta ben calda.


    Ricetta laziale o ricetta campana? Gli spaghetti alla puttanesca sono un primo piatto facile e veloce che piace sempre. Per quanto riguarda le origini del bizzarro nome esistono diverse interpretazioni: secondo alcuni all'inizio del XX secolo era il piatto offerto in una casa di appuntamenti di Napoli. Per altri il nome si ispirerebbe agli indumenti intimi delle ragazze di tale "casa", che erano di colori vari e vistosi come sono vivaci e piccanti gli ingredienti del sugo. Per Jeanne Carola Francesconi invece in origine si chiamavano "spaghetti alla marinara", li ribattezzò alla puttanesca il pittore Eduardo Colucci.

    di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata