Pasticcio di polenta con taragna e funghi

4/5
  • Procedura 4 ore 30 minuti
  • Cottura 4 ore 10 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Pasticcio di polenta con taragna e funghi


    invia tramite email stampa la lista

    500 g di farina per polenta taragna
    400 g di polpa di pomodoro
    300 g di salsiccia a nastro
    30 g di funghi secchi
    100 g di misto per soffritto surgelato
    un rametto di rosmarino
    2 cucchiai di concentrato di pomodoro
    40 g di grana grattugiato
    80 g di burro
    3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
    sale, pepe

    1) Mettete i funghi a bagno in una ciotola piena di acqua tiepida. Portate a ebollizione 1,75 litri di acqua salata in una pentola
    capace (o in un paiolo) e versatevi a pioggia la farina, mescolando velocemente con un cucchiaio di legno per non far
    formare grumi. Cuocete la polenta per circa un'ora a fuoco basso, mescolando spesso, finché inizia a staccarsi dalle pareti
    della pentola. Unite l'olio, mescolate e versate la polenta su un tagliere. Livellate la superficie con un coltello bagnato
    e lasciate raffreddare.
    2) Rosolate le verdure per soffritto in una casseruola con 30 g di burro e gli aghi di rosmarino tritati. Aggiungete la salsiccia
    spellata e spezzettata e rosolatela per 2-3 minuti, finché cambia colore. Unite i funghi sgocciolati e tritati, il concentrato diluito
    in un mestolino d'acqua calda e la polpa di pomodoro. Salate, pepate e cuocete a fuoco basso per circa 30 minuti, mescolando
    di tanto in tanto e unendo, se necessario, ancora un mestolino di acqua calda.
    3) Tagliate la polenta a fette e sistematele in un solo strato in una pirofila imburrata, leggermente accavallate, alternandole
    con qualche cucchiaiata di sugo alla salsiccia. Cospargete con il grana e il burro rimasto a fiocchetti e cuocete nel forno
    preriscaldato a 200° per circa 30 minuti, accendendo il grill negli ultimi 5 minuti per formare una crosticina dorata.

    di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata