• Procedura
    40 minuti
  • Cottura
    20 minuti
  • Persone
    10
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Maccheroni alla chitarra con ragù di aragosta

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    800 g di maccheroni alla chitarra
    3 codine di aragostine crude surgelate, sgusciate
    2 code di aragoste (o di astice) crude surgelate, con il guscio
    un mazzo di finocchietto con il bulbo attaccato
    500 g di pomodorini ciliegia
    3 spicchi di aglio
    6 cipolline borettane sbucciate
    un bicchierino di vermut bianco secco
    un cucchiaio di semi di finocchio
    olio extravergine d'oliva
    sale, pepe

    1) Portate a ebollizione una pentola piena d'acqua (che servirà poi per cuocere la pasta) e salatela; staccate i bulbi
    del finocchietto, lavateli e lessateli nell'acqua (così ne assorbe l'aroma e lo trasmetterà poi alla pasta) per 5 minuti;
    scolateli e tagliate a metà nel senso della lunghezza i bulbi grossi.
    2) Tagliate a tronchetti le code sgusciate; aprite a metà nel senso della lunghezza le code con il guscio e dividetele
    a metà. Tagliate a metà anche i pomodorini e spremeteli leggermente per eliminare il grosso dei semi; affettate le
    cipolline borettane, pelate l'aglio e riducetelo a lamelle.
    3) Soffriggete l'aglio e le cipolline in una larga padella antiaderente con 5 cucchiai di olio; unite i pomodorini, mezzo
    bicchiere di acqua, i bulbi di finocchio lessati e i semi di finocchio e cuocete a calore vivace per qualche minuto.
    Salate, aggiungete tutti i pezzi di aragosta e di aragostina, pepateli, spruzzateli con il vermut e cuocete ancora per 5
    minuti. Aggiungete le foglie del finocchietto tritate e togliete subito dal fuoco. Prendete dal sugo i pezzi di aragosta
    con il guscio e teneteli da parte per la decorazione.
    4) Riportate a ebollizione l'acqua usata per lessare il finocchietto e cuocetevi la pasta; scolatela al dente e conditela
    con il sugo; cospargetela con una macinata abbondante di pepe e insaporitela con un filo di olio crudo. Trasferite la
    pasta sul piatto da portata, guarnitela con le code tenute da parte e servite subito.

    Riproduzione riservata