• Procedura
    1 ora 15 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facilissima

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Galletti alla fiamma

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    2 galletti di circa 500 g l'uno,
    senape,
    un limone,
    un rametto di rosmarino e uno di salvia,
    una bustina di aromi misti in polvere (per arrosti),
    un bicchiere (da vino) scarso di brandy,
    un bicchiere di vino bianco,
    olio,
    alloro secco,
    alcool da liquori a 90°,
    uno spicchio di aglio,
    sale,
    pepe.

    Sventrate i galletti, fiammeggiateli, lavateli e apriteli per il lungo, senza però staccare le 2 metà. Spezzate l'ossicino dello sterno e pressateli bene con la mano,
    in modo che si appiattiscano. Metteteli su un largo piatto e spalmateli con un velo di senape. Versate in una ciotola mezzo bicchiere di o l io e unite il succo del limone, una grossa macinata di pepe, la polvere aromatica e poco sale; emulsionate il tutto con una forchetta. Lavate salvia e rosmarino, sbucciate I' aglio, tritateli finemente e spargeteli sui galletti: poi irrorateli con l'emulsione. Lasciateli marinare per un' ora. Disponeteli quindi in una teglia con tutta la marinata,
    metteteli in forno caldo a 200° e fateli cuocere per circa 45 minuti; girateli 2 o 3 volte e spruzzateli di tanto in tanto con un po' di vino bianco (tenendone da parte 3 cucchiai) e un po' di brandy, alternandoli. Predisponete un piatto di metallo o di tipo resistente al calore e copritelo di foglie di alloro (che dovranno essere ben secche per poter bruciare meglio); quando i galletti saranno cotti, trasferiteli sul piatto e teneteli momentaneamente in caldo. Versate il fondo di cottura filtrato in una casseruolina, deglassatelo con il vino bianco tenuto da parte e c o n 3-4 cucchiai di acqua. Fatelo sobbollire e trasferitelo in una salsiera calda. Irrorate i galletti con un'abbondante spruzzata di alcool e date fuoco. L ' a l c o o l , bruciando, infiammerà anche l'alloro, che darà un gradevole aroma ai polli. Portate in tavola il piatto ancora fiammeggiante e lasciate spegnere la fiamma spontaneamente.
    Riproduzione riservata