• Procedura
    20 minuti
  • Cottura
    5 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Baccalà fritto in pastella

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Il baccala fritto in pastella è uno “street food” romano per eccellenza. Si tratta di deliziosi bocconcini di pesce caldi e croccanti da gustare come antipasto caldo con qualche fetta di limone o come secondo di pesce accompagnato con verdure di stagione in padella, con cipolle in agrodolce oppure con una semplice insalata; da consumare ogni tanto ma,... imperdibile alla cena di Natale o il cenone di Capodanno!

    Ricetta del baccalà fritto in pastella

    1. Togli la pelle al baccalà, elimina eventuali lische residue e taglialo a pezzi piuttosto grossi.
    2. Sbatti l'uovo in una ciotola capiente con la farina per 1-2 minuti. Aggiungi un pizzico di sale e l'acqua minerale e mescola. Immergi il pesce nella pastella ottenuta e lasciacelo per 3 minuti.
    3. Scalda abbondante olio in una padella antiaderente con i bordi alti e friggi il baccalà 2-3 minuti per lato.
    4. Sgocciolalo quando è ben dorato su tutti i lati, fallo asciugare su carta assorbente e servilo caldo con spicchi di limone.

    Come dissalare il baccalà

    Il baccalà, da non confondere con suo cugino, lo stoccafisso: mentre quest’ultimo è semplicemente essiccato all’aria, il baccalà è sotto sale e solo in un secondo momento, e non sempre, viene essiccato; è un pesce nordico, che viene da regioni soprattutto scandinave, ma anche dal Canada. In questa ricetta te lo proponiamo in versione croccante grazie alla pastella che avvolge perfettamente i bocconcini di pesce. Ma, in cucina il baccalà viene utilizzato in tante preparazioni, cotto in umido, lessato, grigliato , in padella o al forno, se lo hai acquistato sotto sale, prima di cuocere il baccalà dovrai ammorbidirlo eseguendo il procedimendo di dissalatira.

    1. Togli con una spazzola il primo strato di sale e lava, con cura e delicatezza, il pesce sotto il getto di acqua corrente fredda.
    2. Immergi quindi il baccalà in una bacinella capiente piena di acqua fredda e lasciatelo in ammollo per 24-32 ore avendo cura di cambiare l'acqua ogni 8 ore
    Riproduzione riservata