• Procedura
    3 ore
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Baccalà alla vicentina

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    1) Pulisci le cipolle, affettale e soffriggile a fuoco basso in un tegame con 4 cucchiai d'olio, finché sono
    appassite; unisci le acciughe diliscate, lava e spezzetta il prezzemolo e l'aglio tritati; spegni e tieni in
    caldo.

    2) Raschia la pelle del baccalà, taglia i filetti a tranci larghi 4 centimetri; lavali, asciugali e mettili su un
    tagliere con la polpa verso l'alto; sala appena e pepa; cospargili con un velo di farina e con il grana.
    Allinea i tranci in una larga teglia di terracotta, condiscili con le cipolle e il sugo di cottura, versa il latte,
    copri con un foglio d'alluminio e cuoci in forno a 170° gradi per 50 minuti. Durante la cottura non mescolare, ma
    scuoti ogni tanto la teglia per non far attaccare il pesce.

    3) Toglie il foglio di alluminio e cuoci per altri 20 minuti o finché il latte si sarà consumato e avrai una salsa
    densa. Servi il baccalà, se ti piace, con fette di polenta grigliata.

    Baccalà alla vicentina

    Questa ricetta è una preparazione simbolo della città di Vicenza, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo per la sua semplicità e bontà. Il baccalà venne introdotto nella zona del Triveneto dai veneziani, grandi navigatori che nel corso dei secoli importarono in patria numerose novità.

    Riproduzione riservata