• Procedura
    1 ora 30 minuti
  • Persone
    8
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Terrina di baccalà

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    400 g di filetto di baccalà dissalato,
    600 g di broccoletti,
    200 g di panna fresca,
    3 uova,
    2 spicchi di aglio,
    1 peperoncino secco,
    qualche seme di finocchio,
    qualche rametto di finocchio selvatico,
    olio extravergine di oliva,
    sale, peperoncino in polvere,
    mostarda di prugne o di frutti misti.


    Preparazione: dividete i broccoli in cimette. Cuoceteli al vapore, frullateli con una presa di peperoncino, sale, qualche rametto di finocchio selvatico fresco tritato, 1 cucchiaio di olio extravergine. Lasciateli intiepidire poi frullateli nuovamente incorporando le uova e la panna. Regolate il condimento. Versate 4 dita di olio extravergine in una piccola casseruola, aggiungete l'aglio vestito, il peperoncino, i semi di finocchio. Scaldate l'olio a 55-60 gradi (misuratelo con un termometro da cucina), immergetevi il filetto di baccalà diviso in due pezzi. Trasferite la casseruola nel forno già caldo a 60 gradi e proseguite la cottura per 15 minuti. Scolate il baccalà dall'olio, asciugatelo sopra una carta assorbente, togliete la pelle. Rivestite di carta da forno uno stampo rettangolare, versate sul fondo metà della crema di broccoli, immergetevi i due pezzi di baccalà, uno dietro l'altro e coprite completamente con il resto della crema. Cuocete la terrina a bagnomaria nel forno già caldo a 180 gradi per 45 minuti. Controllate la cottura immergendo uno stecchino nella parte verde della terrina: ne dovrà uscire asciutto e caldo. Fate raffreddare la terrina a temperatura ambiente, poi lasciatela in frigorifero, coperta, fino al giorno successivo. Sformatela,
    tagliatela a fette spesse e intiepiditela brevemente nel forno caldo o al vapore prima di servirla. é ottima anche fredda. Accompagnatela con la mostarda o con un semplice filo di olio crudo e una presa di peperoncino.
    Riproduzione riservata