Quiche al radicchio di Treviso con le pere

4/5
  • Procedura 1 ora
  • Cottura 45 minuti
  • Persone 6
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Quiche al radicchio di Treviso con le pere


    invia tramite email stampa la lista

    300 g di pasta brisée,
    3 cespi di radicchio di Treviso tardivo,
    1 scalogno,
    2 pere,
    200 g di Taleggio morbido,
    2 cucchiai di nocciole a scaglie,
    1 mazzetto di timo,
    olio extravergine d'oliva,
    sale,
    pepe.


    Fodera uno stampo ovale da crostata di 24 centimetri con un foglio di carta forno bagnato e strizzato. Lo stampo deve essere in porcellana da fuoco. Stendi la pasta brisée e rivesti il fondo e le pareti dello stampo. Punzecchia la pasta con la forchetta, coprila con un altro foglio di carta forno, riempila di legumi secchi, trasferiscila al fresco per 30 minuti e poi infornala a 200° per 15 minuti.
    Monda il radicchio e sfoglialo. Sbuccia lo scalogno, tritalo e fallo appassire in padella con un filo d'olio. Elimina lo scalogno e fai saltare nella stessa padella il radicchio a fuoco vivace per 2-3 minuti. Aggiungi il sale.
    Togli la carta e i legumi dallo stampo e fai cuocere il guscio di pasta per altri 5 minuti. Riempi la brisée con le foglie di radicchio, le pere sbucciate e fatte a spicchi e il taleggio tagliato a pezzi. Aggiungi una leggera spolverizzata di timo, qualche scaglia di nocciola e una macinata di pepe.
    Abbassa la temperatura del forno a 180° e prosegui la cottura della quiche per 20 minuti. Togli dal forno e lascia raffreddare
    completamente. Spolverizzala con le nocciole rimaste e qualche fogliolina di timo e avvolgi lo stampo in un foglio di carta alluminio per trasportarla. Prima di servirla, senza togliere la carta, falla intiepidire in forno a 180° per una decina di minuti.

    di DONNA MODERNA Riproduzione riservata