Pastella per friggere

5/5
  • Persone 6
  • Difficoltà facilissima

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Pastella per friggere


    invia tramite email stampa la lista
    Pastella per friggere
    La trovi anche su:

    Preparazione

    1) Per preparare la pastella classica per friggere circa 750 g di alimenti (carni, pesci, molluschi e verdure in genere sia cotte sia crude) occorrono 100 g di farina, 1 uovo, 1 dl di latte e sale.

    2) Mettete la farina setacciata in una terrina e diluitela con il latte, versandolo piano e sbattendo con una frusta. Versate il miscuglio in una ciotola con l'uovo leggermente stemperato, aggiungete una presa di sale e sbattete con una frusta per ben amalgamare.

    3) Preparata la pastella lasciatela "riposare" per almeno 15 minuti. Quindi immergete ripetutamente nel composto i cibi da friggere, sgocciolandoli prima di tuffarli nell'olio bollente.


    Preparazione di origine antica, la pastella era già nota a greci e romani che la facevano con acqua o limone. In realtà sono tante le versioni di questa ricetta che serve essenzialmente per "rivestire" i cibi da friggere. La pastella si può preparare in molti modi, fermo restando che non varia mai l'ingrediente base: la farina. Si può tralasciare l'uovo e cambiare il liquido a seconda del cibo cui la pastella è destinato. Per esempio la pastella a base di latte è adatta per verdure e pesce; la pastella al limone è perfetta per molluschi e crostacei; la pastella alla birra va bene per fettine di mele e frutti in genere, la pastella al vino bianco per verdura a cimette, come cavolfiori, broccoletti e fiori di zucca. Per rendere più soffice la pastella fatta senza uovo bisogna incorporare un albume montato solo al momento di cominciare a friggere e dopo aver lasciato riposare la pastella per almeno 1 ora. È poi bene limitare l'uso del sale in quanto, durante la frittura potrebbe produrre umidità e rovinare la croccantezza del fritto. La pastella più povera è di sola acqua e farina ed è adatta per verdure crude e fettine di frutta.

    Per un pastella leggera con farina, acqua e bianco d'uovo potete semplicemente versare a filo 2 dl scarsi di acqua minerale frizzante in 100 g di farina e mescolare il composto con una frusta. Unite quindi 1 albume montato a neve con poco sale. In alternativa, potete preparare anche una pastella volutamente grumosa, tipo tempura, mescolando velocemente 1 uovo con 300 g di farina 00, 200 ml di acqua ghiacciata e un pizzico di sale.

    Avete a cena ospiti che soffrono di celiachia oppure qualcuno in famiglia è intollerante al glutine? La farina di ceci è un'ottima base per la pastella: mettetene 20 g in una terrina, unite 1 uovo sbattuto, 1/2 cucchiaino di lievito in polvere, 3 cucchiai di birra, 1 cucchiaio di olio d'oliva extravergine e 1,5 dl di acqua tiepida. Mescolate con attenzione quindi lasciate "riposare" la pastella di ceci per 60 minuti.

    Riproduzione riservata