Trippa in umido con patate

4/5
  • Procedura 3 ore 30 minuti
  • Cottura 3 ore
  • Persone 6
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Trippa in umido con patate


    invia tramite email stampa la lista

    La trippa in umido con patate è un piatto povero di origine contadina, economico e nutriente, che viene preparato secondo diverse ricette in tutta Italia. Nonostante sia considerata pesante, è in realtà una pietanza molto magra e proteica, con poche calorie, poco colesterolo e pochi grassi. Perfetta per chi ama il gusto rustico dei piatti deliziosi della campagna. Con il termine "trippa" si intende il prestomaco di bovini, ovini e caprini, reperibile nelle macellerie già pulito e sbiancato. Insieme al rumine e al reticolo, il foiolo è l'omaso, ovvero il terzo stomaco del bovino. Chiamato comunemente anche millefogli o centopelli per la caratteristica forma a lamine fitte. In Lombardia viene usato da solo. Acquistatelo intero o fatevelo tagliare dal macellaio e cuocetelo subito.

    La preparazione non è così complicata come si pensa ma è importante utilizzare materie prime di qualità. Non avendo la trippa un gusto particolarmente saporito, viene arricchita da aromi, verdure e formaggi stagionati. La trippa in umido con patate viene poi solitamente servita come piatto unico accompagnata da pane abbrustolito o crostini di pane utili anche per raccogliere il sugo.

    • 1

      Per preparare la trippa in umido con patate per prima cosa taglia il foiolo precotto a striscioline sottili e lavalo ripetutamente sotto l'acqua corrente, poi scolalo. Pulisci, lava e trita sedano, carota e cipolla. Fai leggermente rosolare le verdure in una casseruola con 50 g di burro, unisci la trippa e lasciala insaporire per qualche istante.

    • 2

      Bagna ora la trippa con 2 litri di acqua bollente, unisci la scorzetta di limone e 1 pezzo di crosta di grana padano ben raschiata e porta ad ebollizione. Abbassa quindi la fiamma, in modo che la preparazione possa sobbollire lentamente.

    • 3

      Dopo circa 30 minuti, unisci alla trippa la polpa di pomodoro, sala, aggiungi pepe, copri con il coperchio e prosegui la cottura per circa 2 ore, mescolando di tanto in tanto. Se dovesse asciugare troppo, aggiungi ancora qualche mestolo di acqua bollente.

    • 4

      Lava infine 500 g di patate, sbucciale, lavale di nuovo e tagliale a pezzi. Uniscile alla trippa, regola di sale e cuoci per altri 30 minuti. Elimina quindi la scorza di limone e la crosta di grana padano e trasferisci la trippa in umido con patate in una zuppiera (dovrà avere un abbondante sughetto denso).

    • 5 Servi la trippa in umido con una abbondante spolverata di grana padano grattugiatoPuoi portarla in tavola accompaganata, a parte, da crostoni di pane casereccio tostati sotto il grill del forno oppure con della polenta abbrustolita. Cucina in anticipo oppure acquista una mattonella di polenta fredda, affettala, passa le fette in padella con poco burro e falla dorare da entrambe le parti.
    di IN TAVOLA Riproduzione riservata