Peperonata classica

Come si prepara la peperonata classica: ricetta step by step

  • 03 03 2021
La peperonata classica con il suo gusto ricco e corposo, si abbina in modo perfetto ai secondi piatti di carne o di pesce, anche quelli più prelibati; si può mangiare calda o fredda. Ma, sai prepararla a regola d'arte?
  • Procedura
    50 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Come si prepara la peperonata classica: ricetta step by step

    Invia tramite Email Stampa la lista

    La peperonata è il classico contorno di verdure tipico di tante regioni italiane, ma si presta anche a essere gustato come condimento per la pasta o come antipasto freddo, per esempio per condire delle bruschette o per servirla insieme a salumi e formaggi. Insomma, la peperonata classica può essere una soluzione veloce e sana per un pranzo o una cena: un gustoso piatto colorato e ricco di sostanze nutrienti, la cui preparazione si discosta leggermente dai classici peperoni in padella.

    Ecco perché i peperoni fanno così bene e come è meglio mangiarli

    VEDI ANCHE

    Ecco perché i peperoni fanno così bene e come è meglio mangiarli

    Come scegliere i peperoni

    Per preparare un'appetitosa peperonata scegli peperoni freschi e profumati, sodi e senza ammaccature. Cotti in padella insieme a cipolla, aglio e pomodoro, con un filo d'olio extravergine di oliva, conferiscono alla pietanza quel sapore unico e inconfondibile della peperonata classica. Se ami i peperoni ma per te sono indigesti, c'è un trucco per renderli più digeribili: ti basta eliminare la pellicina che li ricopre!

    Preparazione peperonata classica

    1. Lava 3 peperoni carnosi (possibilmente 1 giallo, 1 rosso e 1 verde) asciugali, aprili ed elimina il picciolo, le nervature biancastre e i semi. Se vuoi rendere la tua peperonata più digeribile puoi anche spellarli a crudo con un pelapatate ad archetto. Tagliali quindi a strisce regolari non troppo sottili e dividile in due o tre pezzi. Scotta 3 pomodori, spellali, elimina i semi e riduci la polpa a tocchetti.

    2. Sbuccia 1 cipolla rossa media e spella lo spicchio di aglio quindi affetta finemente la prima e trita grossolanamente il secondo. Metti il mix di aromi in una padella antiaderente con 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva e fai ammorbidire a fuoco medio facendo attenzione ad abbassare la fiamma appena cipolla e aglio prendono colore.

    3. Aggiungi i peperoni tagliati, la polpa dei pomodori, una presa generosa di sale, una macinata di pepe e mescola con il cucchiaio di legno. Cuoci la peperonata per circa 20 minuti con il coperchio a fuoco basso, mescolando spesso. Togli il coperchio e cuoci per altri 20 minuti, unendo, se risultasse troppo asciutta, qualche cucchiaio di acqua.

    Consigli e varianti della peperonata classica

    Agli ingredienti base della peperonata puoi aggiungere anche melanzane, zucchine e patate per arricchire il piatto e renderlo più goloso. Ma non solo, capperi, acciughe e olive nere rendono la peperonata ancora più sfiziosa!

    Se, invece, vuoi donare alla peperonata una nota agrodolce, ti basta irrorarla a fine cottura con una spruzzata di aceto e una spolverata di zucchero o un cucchiaio di vincotto: una vera chiccheria!

    Sei di fretta? Non tutti sanno che esiste una versione semplificata della peperonata che si può preparare in soli 15 minuti con il forno a microonde!

    Come fare la peperonata al microonde

    Metti 600 gr di peperoni tagliati a tocchetti in una pirofila adatta per il forno a microonde con 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva e 1 cipolla rossa finemente tritata. Mescola, copri con un foglio di pellicola ben teso sul recipiente e bucherella la superficie con una forchetta. Cuoci a 750 W per 5 minuti. Aggiungi 200 g di polpa di pomodoro, 1 spicchio di aglio, una spolverata di pepe, di timo o di un'altra erba aromatica. Sala, mescola chiudi ancora con la pellicola e cuoci altri 5 minuti.

    Sforna la peperonata cotta al microonde e fai riposare 2 minuti prima di portarla in tavola.

    Volendo, una volta preparata, si può anche congelare o metterla in barattoli per essere poi consumata in inverno. Ecco la ricetta step by step.

    Riproduzione riservata