liquore amarene fatto in casa

Liquore di amarene: ecco come si prepara

  • 21 07 2021
Profumato e aromatico il liquore di amarene è un ottimo digestivo ma anche un ingrediente speciale che puoi usare in molte preparazioni dolci. Scopri com'è semplice prepararlo a casa!
  • Procedura
    10 minuti
  • Cottura
    5 minuti
  • Persone
    1 litro
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Liquore di amarene: ecco come si prepara

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Il liquore di amarene o ratafià è facile da fare ed è ottimo da gustare per concludere un lauto pasto o per rilassarsi la sera dopo una giornata intensa. Succoso e fruttato, rosso rubino, puoi usare il liquore fatto in casa anche per completare una gustosa coppa di gelato o per bagnare torte. È dolcissimo e piacevole al palato, più è freddo più scende in gola che è un piacere!

    Gli ingredienti del liquore di amarene

    Il liquore di amarene come tutte le ricette della tradizione ha diverse varianti da Nord a Sud, con ingredienti diversi a seconda delle ricette contadine. Per questa ricetta ti suggeriamo di usare le amarene conosciute anche come “visciole” o “marasche”, una varietà più acidula delle ciliegie che hanno un gusto particolare e ricercato e, di conseguenza, il liquore da esse ottenuto avrà una consistenza corposa, densa e aromatica. È un liquore dolce al punto giusto, con quella nota leggermente asprigna che lo rende piacevole e non troppo stucchevole. Si ottiene lasciando in infusione le amarene con l'alcol a 95°, puro, che, se vuoi, puoi sostituire con una grappa artigianale.

    Le amarene avanzate, dopo che sono state schiacciate per estrarne il succo alcolico, non si scartano ma possono essere tenute per gustarle sotto spirito, al naturale, al posto delle ciliegie sotto spirito oppure puoi utilizzarle nelle ricette di molti dolci.

    Preparazione del liquore di amarene

    1. Per ottenere 1 litro circa di liquore di amarene fatto in casa, per prima cosa lava con cura 1 kg di amarene mature, togliendone il picciolo.
    2. Schiacciale una ad una tra le dita, leggermente, in modo da lacerarne la polpa e mettile in un vaso a chiusura ermetica.
    3. Unisci 600 ml di alcol a 90° e 2 stecche di cannella.
    4. Chiudi bene e lascia riposare per 1 mese in un ambiente fresco, asciutto e buio e scuoti il vaso, di tanto in tanto, per mescolarne il contenuto.
    5. Dopo il riposo, filtra l'alcol schiacciando bene la frutta per raccoglierne il succo. Se il liquido è torbido, filtra di nuovo e versa in una o più bottiglie.
    6. Metti sul fuoco 500 ml d'acqua con 300 gr di zucchero, mescola e spegni la fiamma quando lo sciroppo è trasparente. Lascialo raffreddare.
    7. A questo punto versa lo sciroppo nella bottiglia del liquore di amarene. Mescola e fai riposare ancora 10 giorni prima di consumare il tuo liquore di amarene e, se lo tieni al fresco, si conserva anche per diversi anni.

    Varianti della ratafià

    La ratafià non è solo di amarene ma puoi prepararlo anche di fichi secchi , di rose, di melograno o di ciliegie. Ma se cerchi una ricetta per preparare un dolce con il ratafià, ecco le brioche con glassa al miele, mandorle e ratafià!

    Riproduzione riservata