Affogagatti

4/5
  • Procedura 1 ora
  • Cottura 20 minuti
  • Persone 8
  • Difficoltà difficile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Affogagatti


    invia tramite email stampa la lista

    Preparazione

    1) Mettete 100 g di burro a pezzetti in una casseruola, unite 2 cucchiai di latte e fate fondere su fuoco basso, rigirando. Quando il burro è fuso spegnete il fuoco e incorporatevi 120 g di zucchero fino a farlo sciogliere, poi 2 uova sbattute e 400 g di farina bianca setacciata insieme a mezza bustina di lievito in polvere e a una bustina di vanillina. Impastate questi ingredienti ricavando una pasta omogenea e consistente.

    2) Con questa pasta formate dei cilindretti, appiattiteli leggermente e poi attorcigliateli a spirale. Sistemateli su una grande teglia rivestita di carta da forno e cuocete in forno caldo a 200°C per 15 minuti circa.

    3) Nel frattempo preparate la glassa per rivestirli una volta cotti. In una piccola casseruola mescolate 90 g di zucchero al velo con 1,2 dl di acqua, ponete su fuoco basso e lasciate sobbollire un istante, fino a quando il composto diventerà filante. A questo punto incorporate il succo filtrato di 1 limone e 6 cucchiai di acquavite, lasciate sobbollire un altro istante. Con questa glassa pennellate in più riprese gli affogagatti intiepiditi.

    4) Quindi rimetteteli nel forno caldo ma spento ad asciugare e servite. 

    Soffici pasticcini di tenero impasto ricoperto dalla glassa al profumo di limone e acquavite, tipici della regione Puglia. Gli affogagatti sono facili da preparare e cotti al forno, sono morbidi e leggeri ottimi se accompagnati da un buon vino dolce come il Moscato di Trani Dolce Naturale (bianco) o il Ramandolo (bianco).

    di LA CUCINA REGIONALE ITALIANA Riproduzione riservata