Idee in cucina

Vin brulè originale, bianco, rosa e analcolico

5/5
  • Difficoltà facilissima
Vin brulè originale, bianco, rosa e analcolico
La trovi anche su:

Preparazione

Il vin brulè è perfetto per affrontare una gelida serata d'inverno e fa pensare subito al periodo delle Feste, ai mercatini di Natale e della Befana. Ma non esiste solo la ricetta classica, dal caratteristico colore rosso rubino, questa bevanda aromatica può in realtà essere peparata anche con del vino bianco, del vino rosé oppure addirittura senza vino, in versione analcolica, per i più piccoli. Assaggiatele tutte e imparate a preparare quella che vi piace di più.


Per preparare a casa il vin brulè rosso (quello classico originale per intenderci) per prima cosa mescolate 1 bottiglia di vino rosso (vanno benissimo sia del Merlot che del Cabernet) con 125 g di zucchero semolato, aggiungete 1 mela verde a rondelle, le scorze di 1 arancia e di 1 limone non trattati, 1 stecca di cannella, 5 chiodi di garofano e un pizzico di noce moscata. Fate bollire per 5 minuti e servite caldo.

Per preparare il vin brulè bianco mescolate invece 1 bottiglia di vino bianco (potete utilizzare Chardonnay, Muller-Thurgau, Sauvignon) con 120 g di zucchero di canna, 1 pezzo di zenzero fresco, 3 bacche di cardamomo, 1 cucchiaino di semi di coriandolo e la scorza di 1/2 limone non trattato. Fate bollire per 5 minuti, spegnete il fuoco e unite il succo di 1/2 lime.

Per preparare il vin brulè rosa mescolate 1 bottiglia di vino rosé (Bardolino, Chiaretto, Rosato Igp pugliese o Schiava) con 125 g di zucchero semolato, la scorza di 1/2 clementina, 150 ml di Porto, una manciata di uvetta ammorbidita nel Porto, un pizzico di macis, 1 bacca di anice stellato e 1/2 baccello di vaniglia inciso nel senso della lunghezza. Fate bollire per 5 minuti, spegnete e unite il succo di 2 clementine.

Per preparare il vin brulè giallo (analcolico e quindi adatto anche ai bambini) scaldate 1 dl di succo di mela oppure 1 dl di succo d'uva con delle rondelle di mela gialla, scorze di agrumi da acquistare sempre non trattati, 1 stecca di cannella e un pizzico di noce moscata.


Siete in cerca di un'idea carina per gustarlo in famiglia? Per creare la giusta atmosfera potete portare il vin brulè in tavola direttamente in una piccola casseruola in rame e servirlo in bicchierini in vetro decorati con lana cotta e rafia tramite un mestolino. Accompagnatelo con caldarroste appena preparate. Trovate qui la ricetta per preparare le castagne arrostite in padella e qui quella che vi spiega come si cuociono al forno. Buon divertimento!

di SALE&PEPE Riproduzione riservata