Pinza triestina dolce Pasqua

Pinza triestina

  • 23 06 2022
La pinza triestina è un pane dolce triestino e in generale della Dalmazia, che si consuma il giorno di Pasqua come simbolo della Resurrezione
  • Procedura
    1 ora 20 minuti
  • Cottura
    40 minuti
  • Persone
    6

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Pinza triestina

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Come quasi tutti i dolci di Pasqua tradizionali, anche la pinza triestina ha un valore simbolico, che richiama antiche tradizioni, come nel taglio a croce che viene fatto sulla superficie e ne caratterizza la forma. La preparazione non è difficile ma è un po' lunga come molti lievitati, ma ne vale la pena pazientare....

    Gli ingredienti della pinza triestina

    Di fatto è un prodotto da forno, un lievitato a base di ingredienti semplici come farina, lievito di birra, uova. Noi lo abbiamo aromatizzato con un cucchiaio di rum e la scorza di limone. È deliziosa a colazione, non è tanto dolce, si accompagna molto bene con le marmellate o le creme.

    Se vuoi puoi arricchire l’impasto della pinza con una manciata di uva passa o delle gocce di cioccolato, per renderla ancora più golosa. È anche possibile prepararne una variante salata che puoi farcire con formaggi e salumi.

    Preparazione della pinza triestina

    1. Prepara il lievitino. Sciogli 15 gr di lievito di birra in 100 ml di acqua tiepida, in una ciotola, aggiungi 100 gr di farina e mescola fino a ottenere un morbido composto omogeneo. Lascialo lievitare per 90 minuti (o comunque fino a quando non sarà raddoppiato di volume).
    2. Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, sguscia 3 uova e sbattile le con 100 gr di zucchero, aggiungi poi la restante farina e il lievitino. Unisci anche 1 cucchiaio di rum, 1 pizzico di sale e la scorza di 1 limone non trattato. Impasta fino ad ottenere un composto omogeneo, trasferiscilo sul piano di lavoro e continua ad impastare fino a dare all’impasto la forma di un panetto. Quindi coprilo con la pellicola e lascialo lievitare per 3 ore.
    3. Quando l’impasto sarà nuovamente raddoppiato di volume, dividilo in tre parti e dai ad ognuna la forma di 3 panini, disponili sulla leccarda e trasferiscili in forno spento per 30 minuti circa. Riprendi i panini, incidi la superficie di ognuno con tagli a forma di Y, spennellali con uno sbattuto preparato con 1 tuorlo e 1 cucchiaio di latte.
    4. Trasferisci il tutto in forno caldo a 180°C e cuoci per 40 minuti. Sforna la pinza triestina quando la superfice e ben dorata e lasciala raffreddare prima di servirla.
    Riproduzione riservata