Panna cotta alla melagrana

5/5
  • Persone 8
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Panna cotta alla melagrana


    invia tramite email stampa la lista

    Adori creme e budini? Con i chicchi rossi si trasformano in dessert portafortuna! La panna cotta alla melagrana per esempio è perfetta per chiudere in bellezza il pranzo di Natale o il buffet del cenone di Capodanno. Ecco la ricetta.

    Preparazione

    1) Per preparare della panna cotta alla melagrana per 8 persone per prima cosa prepara gli ingredienti. Metti a bagno 14 g di gelatina in fogli in acqua fredda per 15 minuti. Versa in un pentolino 5 dl di panna fresca, 3 dl di latte vaccino, 200 g di zucchero a velo e 1 baccello di vaniglia inciso nel senso della lunghezza e cuoci tutto a fuoco dolce, mescolando con un cucchiaio di legno senza arrivare all'ebollizione.

    2) Fai il dolce. Togli il pentolino dal fuoco, aggiungi i fogli di gelatina ben strizzati e mescola, finché si saranno sciolti. Filtra il composto direttamente in una ciotola, unisci 2 bicchierini di rum e poi lascialo raffreddare. Distribuiscilo in 8 bicchieri, senza riempirli fino all'orlo, ma lasciando circa 1,5 cm di spazio. Copri con pellicola e fai rassodare la panna cotta in frigorifero per circa 6 ore.

    3) Completa e servi. Metti a bagno il resto dei fogli di gelatina (6 g) in acqua fredda. Scalda 5 dl di succo di melagrana, senza portarlo a ebollizione, aggiungi la gelatina strizzata, mescola per farla sciogliere poi lascia raffreddare il liquido finché apparirà oleoso. Intanto, sgrana i chicchi di 1 melagrana, eliminando la membrana che li ricopre. Disponi sulla superficie di ogni bicchiere 1-2 cucchiaini di chicchi di melagrana, distribuisci sopra il succo con la gelatina, con l'aiuto di un cucchiaio, e rimetti i bicchieri in frigorifero per almeno 1 ora. Prima di servire, decora la panna cotta alla melagrana con i chicchi rimasti.


    Il modo più semplice e veloce per ricavare il succo delle melagrana è quello di usare la centrifuga. Ma, in mancanza, procedi in questo modo: sgrana i frutti, elimina la membrana che ricopre i chicchi e passali, pochi per volta, allo schiacciapatate a fori piccoli. Filtra il succo attraverso un colino a maglie fitte e procedi.

    di IN TAVOLA Riproduzione riservata