Gratin di pesche allo zabaione

  • Procedura 30 minuti
  • Cottura 10 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Gratin di pesche allo zabaione

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Uova, zucchero e vino liquoroso sono i pochi ingredienti che servono per realizzare una delle creme più golose che esistano. Le origini dello zabaione sono incerte: pare che la prima ad assaggiarlo fosse stata Caterina de' Medici, ma alcuni sostengono fossero stati i Gonzaga. Ecco come preparare i gratin di pesche allo zabaione.

    Scotta le pesche. Porta a ebollizione abbondante acqua in una pentola, immergi 4 pesche e cuocile per circa 1 minuto, scolale e lasciale raffreddare. Spellale e taglia ciascuna in 6 spicchi. Mettile in una ciotola con il succo di 1 limone, 1 cucchiaio di zucchero, 2 cucchiai di vino e lasciale insaporire per almeno 1 ora in luogo fresco.

    Imbevi il pan di Spagna. Appoggia la pirofila su 1 disco di pan di Spagna pronto di circa 130 g, taglialo a misura e trasferiscilo nello stampo. Irroralo con il succo di macerazione delle pesche, poi disponi gli spicchi a raggiera sul pan di Spagna. 

    Cuoci lo zabaione. Versa 4 tuorli e 4 cucchiai di zucchero in una ciotola, possibilmente in vetro restitente al calore. Montali con la frusta, finché lo zucchero sarà incorporato e aggiungi il vino rimasto. Trasferisci la ciotola dentro un'altra pentola, con acqua in leggera ebollizione, e monta lo zabaione per 7-8 minuti, finché sarà denso e spumoso. Versalo nella tortiera, spolverizza la superficie con lo zucchero rimasto.

    Fai gratinare sotto il grill per 4 minuti finché sarà dorata. Spolverizza di zucchero a velo e servi.

    Riproduzione riservata