Idee in cucina

Babaganoush o caviale dei poveri alla paprica

5/5
  • Procedura 50 minuti
  • Cottura 40 minuti
  • Persone 8
  • Difficoltà facilissima

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Babaganoush o caviale dei poveri alla paprica


    invia tramite email stampa la lista
    Babaganoush o caviale dei poveri alla paprica
    La trovi anche su:

    Preparazione

    1) Scaldate il forno a 200° C. Lavate bene 900 g di melanzane sotto l'acqua corrente; asciugatele con un canovaccio e disponetele in una teglia foderata con carta da forno quindi cuocetele per circa 40 minuti, avendo cura di girarle almeno 2 o 3 volte.

    2) Togliete le melanzane dal forno e lasciatele intiepidire; quindi spuntatele e staccate la buccia a strisce: tagliatele a metà nel senso della lunghezza ed eliminate il grosso dei semi presenti.

    3) Tritate la polpa, o schiacciatela con una forchetta, finché arriva ad assumere la consistenza di un purè granuloso; mettetelo in una ciotola e conditelo con 60 g di salsa thaina, 1 cucchiaino scarso di paprica, il succo e la scorza grattugiata di 1 limone non trattato. Salate e completate con una macinata abbondante di pepe.

    4) Coprite la crema babaganoush con un foglio di pellicola e lasciatela riposare in frigo per un paio d'ore almeno. Prima di servirla in tavola mescolatela per renderla più cremosa e guarnitela con un filo di olio extravergine d'oliva. Se vi piace, cospargetela ulteriormente con altra paprica o semi di sesamo e accompagnatela con pane arabo.


    Il babaganoush, o caviale dei poveri, è una crema a base di melanzane, salsa thaina e paprica (a volte anche menta) tipica dei mezzè, gli antipastini della cucina mediorientale. Se lo preferite potete provare a prepararla senza salsa di sesamo, sostituitela con 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva o, come in uso in alcuni Paesi, con 2 cucchiai di yogurt al naturale. 

    Vi è piaciuta questa ricetta? Cliccate qui per provate a cucinare anche il muhammara: un purè rosso golosissimo a base di peperoni al forno e noci. Oppure l'italianissimo pesto di melanzane: da preparare con la frutta secca.

    di SALE&PEPE Riproduzione riservata