• Procedura
    1 ora
  • Persone
    6

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Biancomangiare con le fragole

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    80 g di zucchero,
    150 g di mandorle in polvere,
    1 goccia di essenza di mandorla amara,
    1 cucchiaio di kirsch (facoltativo),
    25 g di gelatina in fogli,
    130 g di zucchero a velo vanigliato,
    8 cl di panna fresca montata,
    2 vaschette di fragole,
    il succo di mezzo limone,
    4 cucchiai di gelatina di fragole.

    Preparazione:
    portate ad ebollizione 2 dl di acqua con lo zucchero semolato, fuori dal
    fuoco aggiungete le mandorle in polvere e il kirsch se lo utilizzate. Versate la preparazione nel mixer e mixate per
    alcuni minuti. Versate la crema in un telo sopra un colino e filtrate strizzando bene la polpa per estrarre il massimo
    del liquido. Mettete il latte di mandorle in una brocca e conservatela in frigorifero fino al giorno successivo, prima
    di utilizzarlo aggiungete l'essenza di mandorla amara. Fate rinvenire i fogli di gelatina in acqua fredda, strizzateli
    molto bene. Sciogliete la gelatina in una casseruola con 2 cucchiai di latte di mandorle. Fuori dal fuoco aggiungete
    una tazza di latte di mandorle, 80 g di zucchero a velo e mescolate fino a scioglierlo perfettamente. Versate la
    preparazione nel latte di mandorle rimasto, mescolate e lasciate raffreddare perfettamente. Disponete quindi il
    biancomangiare in uno stampo con il bordo a cerniera, rivestito di carta da forno. Passate il dolce in frigorifero e
    lasciatelo raffreddare per 5 ore. Sciogliete a bagnomaria la gelatina di fragole, fatela intiepidire e versatela sopra
    il dolce distribuendola uniformemente. Fate raffreddare anche il velo di gelatina di fragole. Un'ora prima di servire
    preparate le fragole ben lavate, tagliate a pezzetti, condite con lo zucchero a velo rimasto e il succo di limone.
    Quando i frutti hanno fatto il loro sciroppo distribuiteli nelle tazzine individuali. Sformate delicatamente il dolce
    sul piatto di portata, guarnitelo con petali di margherite e con le pratoline "attaccandole" come piccole ventose lungo
    il bordo.

    Riproduzione riservata