• Procedura
    1 ora 25 minuti
  • Cottura
    1 ora 15 minuti
  • Persone
    6
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Zuppa di cavolo nero e fagioli

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    400 g di fagioli borlotti secchi
    2 mazzi di cavolo nero
    3 patate
    2 chiodi di garofano
    1 costa di sedano
    2 cipolle
    1 foglia di salvia
    2 spicchi di aglio
    40 g di conserva di pomodoro
    1 dl di olio extravergine di oliva toscano
    8 fette di pane toscano tostate
    sale
    pepe

    1 Mettete i fagioli a mollo per 12 ore, poi lessateli con 1 cipolla, 1 spicchio di aglio, la salvia e i chiodi di
    garofano. Scolate metà dei fagioli, frullate il resto e rimettetelo nella pentola.
    2 Tritate la cipolla rimasta con il
    sedano e fateli soffriggere in una casseruola con 0,5 dl di olio extravergine, diluite la conserva in un mestolo di
    acqua calda e unitela al soffritto. Fate cuocere per circa 10 minuti, poi versate il soffritto nella pentola con i
    fagioli.
    3 Lavate e tagliate a pezzetti il cavolo nero, sbucciate le patate, tagliatele a dadi e uniteli ai fagioli,
    salate, pepate e fate cuocere per altri 30 minuti. Poi, unite i fagioli tenuti da parte.
    4 Strofinate il pane con l'aglio
    rimasto, conditelo con un filo di olio e disponetelo nelle scodelle. Versate la zuppa, irrorate con l'olio e servite.


    Il cavolo nero è un ortaggio dalle poche calorie ma ricco di vitamine A e C, di potassio, di ferro e fibre. Può essere consumato crudo, cotto al vapore o lessato ma si presta bene anche per molte preparazioni in cucina. È tipicamente invernale e coltivato per lo più in Toscana dove viene utilizzato in molte ricette come, ad esempio, la ribollita. La versione originale prevede l’utilizzo anche di guanciale e diventa così un sostanzioso piatto unico. La zuppa di cavolo nero e fagioli è un primo piatto ricco e saporito e si possono sostituire le patate anche con della zucca, vista la stagione. La zucca conferirà al piatto un sapore agrodolce, mentre il cavolo donerà una nota decisa, mentre i fagioli teneri e polposi possono contrastare con l’aggiunta di noci croccanti o crostini di pane tostato.

    Riproduzione riservata