Idee in cucina

Tortino allo zafferano con spiedino di salsiccia

5/5
  • Procedura 50 minuti
  • Cottura 25 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Tortino allo zafferano con spiedino di salsiccia


    invia tramite email stampa la lista
    Tortino allo zafferano con spiedino di salsiccia
    La trovi anche su:

    Preparazione

    1) Mondate 1 piccola cipolla bionda, tritatela e fatela appassire in una casseruola insieme a 30 g di burro. Unite al soffritto 300 g di riso, tostatelo per qualche istante, bagnatelo con una spruzzata di vino bianco secco e lasciatelo evaporare. Aggiungete alla preparazione un paio di mestoli di brodo di carne caldo e portate a cottura il risotto unendo dell'altro brodo ogni qual volta si mostrerà necessario e tenendo il riso piuttosto al dente.

    2) Spellate e tagliate in 16 tocchetti 200 g di salsiccia. Avvolgete ogni pezzo in una grossa foglia di salvia precedentemente lavata e asciugata. Infilate i bocconcini di carne a due a due su 8 spiedini e fateli rosolare per qualche minuto in un tegame antiaderente unto di burro.

    3) Poco prima del temine della cottura, unite al risotto un pizzico di stigmi di zafferano (oppure 1 bustina di zafferano in polvere), 30 g di grana grattugiato e il restante burro. Mescolate bene.

    4) Spegnete il fuoco e, aiutandovi con un coppapasta rotondo, suddividete il risotto giallo nei singoli piatti dandogli forma di tortino. Spolverizzate i tortini allo zafferano con il restante grana e serviteli subito in tavola, guarniti dagli spiedini di salsiccia preparati.


    Il tortino allo zafferano con spiedino di salsiccia è un primo piatto super raffinato, perfetto da portare in tavola per festeggiare la cena di San Valentino come un appuntamento a due romantico. Lo zafferano è considerato uno tra gli ingredienti afrodisiaci in grado di risvegliare i sensi. Il suo sapore delicato ma aromatico si presta alla perfezione per essere associato a quello più saporito e spiccato della salsiccia. 

    Il risotto, la più tipica tecnica lombarda per cucinare il riso, in questa ricetta si rinnova. Lo spunto di base è la versione brianzola che prevede di cuocerlo con la luganega. In questa ricetta viene però tenuto piuttosto asciutto, per poterlo modellare in tortini monoporzione. La salsiccia è preparata a parte e accostata solo al momento di servire. La scelta della varietà di riso ricade a nostro parere sul Carnaroli, considerato il migliore per i risotti raffinati.

    di SALE&PEPE Riproduzione riservata