Idee in cucina

Penne con fagiolini, patate e pesto alla trapanese

5/5
  • Procedura 55 minuti
  • Cottura 25 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Penne con fagiolini, patate e pesto alla trapanese


    invia tramite email stampa la lista
    Penne con fagiolini, patate e pesto alla trapanese
    La trovi anche su:

    Preparazione

    1) Scotta i pomodori in acqua bollente per un minuto, raffreddali, scolali, privali della pelle e dei semi e tritali grossolanamente. Sbuccia lo spicchio d'aglio, mettilo nel mixer con le mandorle e il basilico e frulla fino a quando avrai ottenuto un composto cremoso; trasferiscilo in una ciotola, unisci i pomodori, un poco di pepe e quattro cuchiai di olio extravergine d'oliva; regola di sale, mescola bene e lascia riposare il pesto per due ore.

    2) Spunta i fagiolini, lavali e tagliali a pezzetti; sbuccia le patate e tagliale a tocchetti. Porta a bollore abbondante acqua leggermente salata e fai cuocere la verdura assieme alla pasta.

    3) Taglia il pecorino a fette sottili. Scola la pasta un poco al dente e condiscila subito con il pesto preparato. Trasferiscila in una pirofila leggermente unta d'olio alternandola con le fettine di pecorino. Spolverizza con il grana.

    4) Copri la pirofila e poni le penne con fagiolini, patate e pesto alla trapanese in forno a 200° C per circa 10 minuti; poi scoprila e prosegui la cottura a 220° C per altri 5 minuti.


    La pasta con il pesto alla trapanese"cull'agghia" in dialetto locale, nasce nella Sicilia occidentale dall'incontro tra il tradizionale pesto di basilico alla genovese con i prodotti delle terre siciliane, pomodori freschi e mandorle, quando i marinai liguri provenienti dall'Oriente facevano tappa a Trapani. In questa ricetta al forno, sono stati aggiunti anche patate e fagiolini, ingredienti classici del primo piatto ligure con le trofie. Se vuoi proporre ai tuoi ospiti la versione base puoi provare una semplice ricetta con pesto rosso e spaghetti: clicca qui per leggere la preparazione.

    di SALE&PEPE Riproduzione riservata