Idee in cucina

Gnocchi di patate con toma piemontese

5/5
  • Procedura 1 ora 50 minuti
  • Cottura 1 ora
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Gnocchi di patate con toma piemontese


    invia tramite email stampa la lista
    Gnocchi di patate con toma piemontese
    La trovi anche su:

    Un primo vegetariano nutriente e corposo insaporito con formaggi tipici del territorio, gli gnocchi di patate con toma piemontese sono facili da preparare e gli ingredienti semplici, permettono di portare in tavola un piatto ricco ma fondamentalmente economico. Ecco la ricetta step by step.

    • 1

      Cuocete le patate. Lessate 1 kg di patate a pasta bianca, meglio se vecchie con la buccia. Scolatele, sbucciatele ancora calde e passatele subito allo schiacciapatate, raccogliendole in una ciotola. Lasciatele intiepidire leggermente. Tritate 10 foglie di spinaci, 1/2 cipolla e 1/2 carota e stufatele per 8-10 minuti con una noce di burro e un paio di cucchiai di acqua, se necessario. Unitele quindi al purè di patate. 

    • 2

      Fate l'impasto. Aggiungete a patate e verdure 30 g di grana padano grattugiato, l'uovo intero e il tuorlo, 150 g di mollica di pane casereccio raffermo ammorbidita nel latte e ben strizzata, 100 g di farina, sale, pepe e noce moscata. Impastate il tutto con una forchetta. 

    • 3

      Preparate gli gnocchi. Portate a ebollizione circa 3 litri di acqua e salatela. Prelevate il composto di patate preparato a piccole porzioni e modellatelo con le mani inumidite, dandogli la forma di un piccolo uovo. Immergete, man mano, gli gnocchi nell'acqua bollente, togliendoli dopo circa 1 minuto da quando salgono in superficie. Sistemateli, uno accanto all'altro, in una pirofila imburrata. 

    • 4

      Completate. Cospargete la superficie degli gnocchi con burro fuso e scagliette di toma piemontese, passate in forno già caldo a 200° C per circa 10 minuti, finché il formaggio sarà fuso.

    • 5 Sfornate e servite. Togliete la pirofila dal forno e portate in tavola gli gnocchi di patate con toma piemontese subito, ancora caldi filanti.
    di IN TAVOLA Riproduzione riservata