Fritto di mare alla semola

4/5
  • Procedura 55 minuti
  • Cottura 15 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Fritto di mare alla semola


    invia tramite email stampa la lista

    400 g di acciughe fresche
    4 triglie già pulite di circa 100 g ciascuna
    8 gamberoni
    8 scampi
    400 g di calamari piccoli
    semola di grano duro macinata fine
    olio di semi di arachidi
    sale e pepe


    1 Pulisci i pesci. Sciacqua le acciughe sotto acqua fredda corrente e inserisci un dito nel ventre per togliere le
    interiora, ma senza eliminare le lische. Lavora nel lavello sopra un colino, in modo da far cadere dentro gli scarti.
    Passa la parte non tagliente di un coltello o un pelapatate dalla testa alla coda delle triglie, per staccare le
    squame. Sciacquale sotto acqua fredda corrente e asciugale.
    2 Prepara crostacei e molluschi. Stacca il guscio dalle code dei gamberoni e degli scampi, senza separare le teste dalle code. Incidi gamberoni e scampi sul dorso con le forbici ed elimina il filetto nero, aiutandoti con uno stecchino. Sciacqua i crostacei sotto acqua fredda corrente e disponili ad asciugare su carta da cucina. Pulisci i calamari .
    3 Friggi e servi. Infarina le triglie in abbondante semola, disponi i pesci in un colino e scuoti per eliminare l'eccesso. Infarina allo stesso modo prima le acciughe, poi calamari (tasche e tentacoli) e infine i gamberoni e gli scampi. Scalda abbondante olio di semi di arachidi nella padella, friggi le triglie per 4-5 minuti, sgocciolale con un mestolo forato o un ragno (mestolo di filo metallico per fritti) e sgocciolale in un grande piatto da portata foderato con carta assorbente per fritti. Disponi il piatto in forno caldo, ma spento. Friggi le acciughe per 2-3 minuti e sgocciolale sempre su carta assorbente; cuoci i calamari per 2-3 minuti e i gamberoni e gli scampi per 2 minuti. Spolverizza pesci, crostacei e calamari con sale e pepe e servi subito.



    di CUCINA NO PROBLEM Riproduzione riservata