Crostini di Pitigliano

5/5
  • Procedura 30 minuti
  • Cottura 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Crostini di Pitigliano


    invia tramite email stampa la lista
    Crostini di Pitigliano
    La trovi anche su:

    Preparazione


    1) Pulite 1 cavolfiore, dividetelo in cimette e cuocetelo in abbondante acqua bollente salata per circa 10 minuti. Nel frattempo abbrustolite 4 fette di pane. La tradizione toscana vuole che il pane sia leggermente raffermo, del giorno prima, e che le fette, visto che questo è un piatto tipicamente invernale, vengano abbrustolite direttamente nel camino. Strofinate quindi le fette con 1 spicchio d'aglio.

    2) Mettete su fuoco basso una padella con 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva e 1 spicchio d'aglio. Fate rosolare per circa 2 minuti l'aglio, quindi toglietelo, aggiungete 4 filetti di acciughe diliscate e tritate e soffriggete lentamente a fuoco moderato fino a quando i filetti si saranno sciolti.

    3) Sistemate le fette di pane su un vassoio da portata, versatevi un po' di salsa di acciughe, adagiatevi le cimette di cavolfiore, irrorate con il restante olio crudo e completate questo semplicissimo quanto gustoso piatto spolverizzandolo con una macinata abbondante di pepe.


    I cavolfiori: o si odiano o si amano. Gusto deciso e inconfondibile, poco amati dai bambini, molto più graditi dagli adulti che apprezzano i sapori decisi. I crostini di Pitigliano rappresentano un antipasto delizioso tipico della Toscana. Si gustano durante un pasto a base di pesce innaffiato da un Bianco di Pitigliano oppure da un Alto Adige Muller Thurgau. A questa pagina trovate altri modi per preparare crostini sfiziosi.

    di LA CUCINA REGIONALE ITALIANA Riproduzione riservata