Conservazione pestato

Conserva di basilico pestato

  • Procedura
    20 minuti
  • Difficoltà
    facilissima

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Conserva di basilico pestato

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Ecco come preparare una perfetta conserva di basilico pestato, una sorta di pesto alla genovese senza formaggio, aglio e pinoli che vi permetterà di approfittare del gusto e del profumo delle foglie fresche di questa erba aromatica estiva per molti mesi dopo la fine della sua naturale stagione.

    Una sorta di pesto grezzo ottimo come condimento per insaporire passate, minestre e secondi di carne e pesce ma utile anche come sugo lampo per la pasta, o salsina per patate e verdure al vapore in generale. Di seguito la ricetta semplicissima.

    Preparazione

    1) Per preparare 1 vaso da 150 g di conserva di basilico pestato lavate e asciugate bene, lasciandole poi all'aria, 100 g di foglie fresche di basilico, quindi tritatele mescolandole a 40 g di sale fino.

    2) Mettete il trito di basilico e sale in una ciotola e aggiungete tanto olio extravergine di oliva quanto ne servirà per ottenere una crema densa e morbida: la consistenza classica del pesto alla genovese.

    3) Dopo aver ben amalgamato con cura il pesto, usatelo per riempire un vasetto di vetro precedentemente sterilizzato. Durante l'operazione, battete più volte il recipiente sul bordo del piano di lavoro, ricoperto da una spugna, per eliminare il più possibile bolle d'aria.

    4) Infine coprite la superficie del pesto di basilico con uno strato di olio extravergine di oliva, chiudete il vaso ermeticamente e mettetelo in un luogo buio, fresco e asciutto, avendo cura di controllare ogni tanto che il livello dell'olio non cambi.

    Vi è piaciuta questa ricetta? Se siete in cerca di modi creativi per conservare il basilico del vostro balcone date un'occhiata anche quella delle foglie di basilico sott'olio e quella del sale aromatico.

    Riproduzione riservata