cenci-toscani-al-vin-santo

Cenci toscani al vin santo

  • Procedura
    35 minuti
  • Cottura
    15 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Cenci toscani al vin santo

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Cenci toscani al vin santo

    La trovi anche su:

    I Cenci al Vin Santo sono la variante toscana delle frappe, dolci tipici e tradizionali del carnevale. Croccanti, friabili e profumati, sono perfetti per merenda o come fine pasto proprio accompagnati da un bicchiere di Vin Santo che ne esalti l'aromaticità e il profumo. 

    Una ricetta facile e veloce che si adatta ad ogni occasione, rappresentano un modo semplice ed economico per accontentare gli ospiti e prenderli per la gola!


    Preparazione

    1 Prepara la pasta. Togli il burro dal frigorifero e lascialo ammorbidire a temperatura ambiente. Versa la farina sulla spianatoia e forma un cratere al centro. Sbatti leggermente in una ciotola le uova con lo zucchero. Aggiungi il lievito setacciato e versa il composto all'interno del cratere. Unisci il burro ammorbidito, il vin santo, la scorza grattugiata dell'arancia e un pizzico di sale. Inizia a lavorare l'impasto con la forchetta, amalgamando, a poco a poco, la farina alle uova; quindi lavoralo a lungo con le mani, in modo da ottenere una palla liscia e morbida. Avvolgila in pellicola trasparente e lasciala riposare almeno 30 minuti.

    2 Forma le strisce. Dividi la pasta in 3-4 pezzi. Spolverizza la spianatoia con poca farina e stendi ciascun pezzo con il matterello, in modo da ottenere delle sfoglie di circa 2 mm di spessore. Taglia le sfoglie con la rotella, così da ottenere tanti rettangoli di circa 10X6 cm. Pratica 2 tagli internamente paralleli al lato lungo, sempre usando la rotella.

    3 Friggi e servi. Scalda a fuoco medio abbondante olio di semi di arachidi nella padella. Immergi nell'olio bollente pochi cenci per volta e cuocili per circa 1 minuto, girandoli a metà cottura con un mestolo forato o un ragno (una schiumarola a maglie metalliche che ricorda la tela del ragno). Devono risultare chiari, ma croccanti. Sgocciolali su carta assorbente, con un colino a maglie fitte, spolverizzali con zucchero a velo e servi.

    Riproduzione riservata