Idee in cucina

Torta della nonna facile

4/5
  • Procedura 2 ore
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Torta della nonna facile


    invia tramite email stampa la lista

    La torta della nonna è un classico della pasticceria toscana. Un dolce tradizionale che conquista per la sua semplicità grazie a una frolla friabile e a un goloso ripieno di crema pasticcera e pinoli tostati. Il suo nome rassicurante ha contribuito a farla amare e anche oggi è tra i dessert più apprezzati sia dai grandi che dai più piccini. Un vero e proprio must intramontabile, perfetto per essere servito come fine pasto in una occasione speciale o per una merenda golosa.

    Ne esistono due varianti: una aperta, che prevede la base e la crema direttamente guarnita con pinoli e zucchero a velo, e una chiusa, con doppio strato di frolla e, al centro, la crema pasticcera. Quella che vi proponiamo è proprio questa con una ricetta facile e alla portata di tutti!


    Preparazione

    1) Foderate una teglia di 20-22 cm con un disco di pasta frolla fresca (cliccate qui per la ricetta casalinga), lasciando sotto la carta da forno con cui vi è stata venduta e rialzando i bordi di quasi 3 dita. Punzecchiate il fondo con i rebbi di una forchetta e poi copritelo con 600 g di crema pasticciera pronta (se volete prepararla con le vostre mani cliccate qui).

    2) Coprite la torta con il secondo rotolo di pasta frolla fresca, eliminate i bordi in eccesso, sigillatela bene e bucherellate dolcemente anche questa superfice esterna. Cospargetela con 70 g di pinoli precedentemente tenuti a bagno per 10 minuti in acqua.

    3) Infornate il dolce a 180° C per 45-50 minuti. Una volta cotto aspettate che si raffreddi, solo a questo punto potrete cospargere la torta della nonna ormai fredda con una spolverata abbondante di zucchero a velo.


    Volete provare a cimentarvi con la ricetta tradizionale? Cliccate qua per leggere la ricetta della torna della nonna classica con crema e pinoli. Buon divertimento!

    di GUIDA CUCINA Riproduzione riservata