Idee in cucina

Taralli dolci

5/5
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Taralli dolci


    invia tramite email stampa la lista

    I taralli dolci che vi proponiamo sono delle sfiziose ciambelline al vino preparate con olio extravergine di oliva: un dolce senza burro tra i più famosi della tradizionale pasticceria pugliese. Tutti conoscono come si preparano nella versione salata ma anche questa ricetta non è per nulla difficile  facile: vi basterà seguire le pratiche istruzioni step by step di Donna Moderna.

    • 1

      Impastate 400 g di farina, 20 g di lievito di birra, 1/2 bicchiere di vino bianco e un pizzico di sale. Lavorate fino a ottenere un impasto liscio, ma anche piuttosto sodo e fatelo lievitare per 2 ore. Trascorso il tempo, unite alla pasta lievitata 1 uovo, 2 cucchiai di olio di oliva e 70 g di zucchero, lavorate ancora con le mani, quindi ricavate dall'impasto tanti bastoncini. Arrotolateli su loro stessi formando delle ciambelline, copritele, fatele riposare per 1 ora.

    • 2

      Tuffate le ciambelline in acqua bollente scolandole appena salgono a galla. Quindi preparate il tradizionale sciroppo facendo sciogliere a fiamma bassa 200 g di zucchero semolato in 1/2 bicchiere di acqua, oppure una glassa bianca mescolando pari misura di zucchero a velo con 1 albume d'uovo.

    • 3

      Allineate i taralli dolci in una teglia ricoperta da carta da forno, spennellateli con lo sciroppo di zucchero e fateli cuocere a 220° C per 20 minuti. Se avete optato per la glassa bianca, prima cuocete i dolcetti al forno e poi spennelateli decorandoli, a piacere, anche con confettini argentati. 

    • 4

      Lasciate completamente raffreddare i taralli dolci pugliesi e, se non li consumate subito, riponeteli a strati in una scatola di latta con coperchio foderata con carta da forno, inframmezzandoli con foglietti di carta da forno: si conservano fino a 2 mesi.


      Esistono anche taralli dolci di tradizione napoletana (tipici del menu di Ferragosto), in questo caso si parla di veri e propri biscotti frollini a forma di ciambella.


      Per preparne una ventina di taralli dolci napoletani per prima cosa passate al setaccio 500 g di farina 00 con 1 bustina di lievito per dolci e 1 bustina di ammoniaca in polvere per dolci e raccogliete il mix in una ciotola. Unite 170 g di zucchero semolato, 4 uova, 1 tuorlo, la scorza grattugiata di 1 limone non trattato e 150 g di burro morbido a pezzetti. Impastate con le mani, aggiungendo un po' di latte, se necessario, in modo da ottenere una pasta soda ed elastica. Rovesciate l'impasto sulla spianatoia infarinata, lavoratelo ancora per qualche minuto e dividetelo in 20 pezzetti di 50 g circa ciascuno. Da ciascun pezzetto ricavate un cilindretto lungo circa 15 cm, unite le 2 estremità  per formare tante ciambelline, sovrapponete le punte e sigillatele premendole con un dito. Sistemate i taralli napoletani su una o più teglie foderate con carta da forno e cuoceteli in forno a 180° C per 20 minuti o finchè avranno preso una bella colorazione dorata.

    di IN TAVOLA Riproduzione riservata