Strangolapreti trentini

Foto
5/5
  • Procedura 1 ora 30 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà media

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Strangolapreti trentini


    invia tramite email stampa la lista

    350 g di bieta (la parte verde)
    250 g di pane raffermo
    100 g di speck
    60 g di burro
    1 uovo
    50 g di farina
    4 cucchiai di parmigiano grattugiato
    2,5 dl di latte
    3 scalogni
    sale

    1) Tagliate a dadini il pane raffermo e mettetelo a bagno, coperto, nel latte per circa 1 ora. Riducete a striscioline
    lo speck (foto A) e tritate gli scalogni.
    2) Sciacquate la bieta con molta cura, scolatela e lessatela in acqua leggermente salata per 10 minuti. Al termine
    fatela raffreddare, strizzatela e tritatela.
    3) Collocate in una terrina il pane ben scolato, la bieta, l'uovo, il parmigiano e il sale. Mescolate, quindi passate
    il composto nel passaverdura (foto B) e lavoratelo fino a ottenere un impasto soffice e morbido.
    4) Dividete la pasta in pezzetti e, con le mani infarinate, ricavatevi tanti bastoncini di circa 2 cm di diametro.
    Tagliateli a pezzetti lunghi circa 3 cm (foto C).
    5) Lessate gli strangolapreti in acqua salata, poi, non appena salgono a galla, calcolate circa 3 minuti e scolateli
    con il mestolo forato. Nel frattempo preparate una salsa di condimento facendo fondere il burro con lo speck e gli
    scalogni tritati finché avranno preso un bel colore dorato, versatela sugli strangolapreti e servite.

    di IN TAVOLA Riproduzione riservata