• Procedura
    40 minuti
  • Cottura
    30 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Seupetta di cogne

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    300 g di riso Carnaroli
    mezza cipolla
    70 g di burro
    un litro di brodo di carne
    mezzo bicchiere di vino bianco secco
    200 g di fontina non troppo stagionata
    4 fette di pane raffermo
    cannella in polvere
    sale, pepe

    1) Tritate fine la cipolla e lasciatela soffriggere in una casseruola con metà del burro fuso. Unite il riso, fatelo tostare, sfumatelo con il vino e cuocetelo molto al dente, aggiungendo a mano a mano il brodo caldo. Salate e pepate.
    2) Imburrate una teglia e disponetevi sul fondo le fette di pane, formando uno strato compatto; copritelo con il risotto, distribuitevi sopra a fontina tagliata a fette sottili, cospargete con un velo di cannella e completate con il burro a fiocchetti. Mettete la teglia nel forno a 180° e fate cuocere per 10 minuti cirtca, in modo che il formaggio fonda.

    Semplice e sontuoso
    Nonostante il nome, questa ricetta non definisce una minestra ma una sorta di risotto (detto infatti anche riso alla valdostana). Un metodo tipicamente pedemontano di cucinare un cereale importato a Cogne dai lavoratori delle miniere di ferro o da chi aveva commerci con la valle del Canavese.
    Riproduzione riservata