Idee in cucina

Risotto con zafferano e funghi

4/5
  • Procedura 40 minuti
  • Cottura 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Risotto con zafferano e funghi


    invia tramite email stampa la lista
    Risotto con zafferano e funghi
    La trovi anche su:

    Preparazione

    1) Mettete 20 g di funghi secchi (meglio se porcini) ad ammorbidire in acqua tiepida per 10 minuti. Sgocciolateli, strizzateli e tritateli.

    2) Rosolate 1 cipolla affettata finemente in una casseruola con 20 g di burro, quando diventa trasparente unite 350 g di riso tipo Vialone Nano tostato a parte in una padella senza condimento e lasciatelo insaporire.

    3) Unite i funghi secchi tritati al riso, sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco secco a temperatura ambiente, quindi portatelo a cottura bagnando, poco per volta, con il brodo vegetale caldo. Nell'ultimo mestolo sciogliete 1 bustina di zafferano.

    4) Togliete il risotto dal fuoco, incorporate i 20 g di burro rimasto e 30 g di grana padano grattugiato, regolate di sale, pepate e fate riposare per un paio di minuti prima di servire in tavola.

    5) A piacere potete profumare questo risotto allo zafferano e funghi con una spolverata abbondante di prezzemolo tritato oppure renderlo ancora più goloso con una pioggia di sottilissimi veli di grana padano.


    Il risotto con zafferano e funghi è un grande classico della cucina lombarda, preparalo è facile e non ruba nemmeno troppo tempo: in 40 minuti avrete un primo fumante pronto da gustare.

    Avete a disposizione dei funghi freschi e non volete perdere l'occasione di cucinarli in questo piatto? Puliteli accuratamente dalla terra, passateli con un panno umido, asciugateli e tagliateli a fettine. A questo punto avete davanti 2 possibilità. Potete cuocerli a parte in una padella con poco burro e poi aggiungerli al risotto già mantecato (cliccate qui per seguire la ricetta del risotto con porcini freschi se vi serve una traccia) oppure potete farli appassire nel soffritto con la cipolla mondata e affettata come spiegato appena sopra. Buon appetito!

    di IN TAVOLA Riproduzione riservata