pesche-ripiene-alla-piemontese immagine

Pesche ripiene alla piemontese

  • Persone
    6
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Pesche ripiene alla piemontese

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Pesche ripiene alla piemontese: dolce e frutta, un connubio delizioso! La ricca farcia di questo dolce tradizionale prevede, oltre agli amaretti, anche dei biscotti frollini, che servono ad assorbire i liquidi in eccesso, mentre la farcia arricchita con fiocchetti di burro assicura morbidezza. Si servono tiepide o a temperatura ambiente.

    Tagliate 6 pesche a metà ed eliminate i noccioli. Con un cucchiano scavatele leggermente raccogliendo la polpa prelevata in una ciotola. Mettete i frutti in una teglia imburrata e fateli asciugare in forno a 50° per mezz'ora. 

    Sbucciate la pesca rimasta, ricavate la polpa e schiacciatela con una forchetta insieme a quella tenuta da parte. Fate sciogliere 40 g di burro a fuoco medio-basso, disponetevi la purea preparata, unite 3 cucchiaini di zucchero e cuocete finché il composto comincia a caramellare (pochi minuti). 

    In una terrina mescolate la polpa cotta, 2 tuorli sbattuti con lo zucchero restante, 6 amaretti di Saronno sbriciolati, 3 cucchiai di cacao amaro, 1 cucchiaio di cioccolato al latte grattugiato e tanti frollini sbriciolati quanti l'umidità dell'impasto ne assorbe. Poi unite i 3 liquori (2 cucchiai di rhum, 2 cucchiai di Marsala, 1 cucchiaio di Cognac) e, se l'impasto non vi sembra abbastanza dolce, regolate di zucchero a piacere.

    Distribuite il composto nelle pesche, mettetele di nuovo nella teglia e completate con il burro restante a fiocchetti. Cuocete in forno a 200° per mezz'ora.

    Riproduzione riservata