Fichi e mandorle al brandy

  • Procedura
    55 minuti
  • Cottura
    25 minuti
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Fichi e mandorle al brandy

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Fichi e mandorle al brandy

    La trovi anche su:

    I fichi e mandorle al brandy sono una conserva sotto spirito veramente sfiziosa. Si gustano come veri e propri dolci, 'nature', oppure accompagnati da una cremosa pallina di gelato al fiordilatte. Cliccate qui per provare anche la ricetta con le noci.

    Pulite delicatamente 12 grossi fichi verdi con un foglio di carta da cucina inumidito. Incidete leggermente la base di ognuno e infilate in ciascun taglio 2-3 mandorle pelate.

    Mettete 750 g di zucchero in un tegame alto d'acciaio, unite 750 ml d'acqua, qualche scorzetta di limone non trattato e lasciate sciogliere sul fuoco, a calore moderato. Unite i fichi alle mandorle allo sciroppo ottenuto e fate cuocere a fuoco dolce per 20 minuti, quindi spegnete e lasciate raffreddare completamente.

    Sgocciolate i fichi dallo sciroppo e sistemateli in un vaso da 750 ml precedentemente sterilizzato; versate 200 ml di brandy quindi riempite il vaso con lo sciroppo, fino a coprire i fichi. Sistemate un pressino per conserve sui frutti in modo che rimangano immersi, chiudete il vaso, giratelo qualche volta.

    Fate riposare i fichi e mandorle al brandy per almeno 6-7 giorni prima di consumarli. Si conservano per 3 mesi.

    Riproduzione riservata