Fagiolata piemontese

4/5
  • Procedura 1 ora 35 minuti
  • Cottura 1 ora 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Fagiolata piemontese


    invia tramite email stampa la lista

    1 kg di fagioli borlotti (circa 400 g sgranati)
    400 g di pomodori maturi
    1 spicchio di aglio
    2 cipolle
    1 ciuffetto di prezzemolo
    1 cotechino già cotto
    150 g di pancetta tesa con la cotenna
    salvia
    rosmarino
    20 g di burro
    olio extravergine d'oliva
    sale
    pepe

    Come fare la fagiolata piemontese:

    La fagiolata è un antico rito di Santhià. I legumi, bolliti all'aperto, scaldavano il pubblico delle sfilate. Sbuccia le cipolle e l'aglio, tritali finemente e mettili in una casseruola insieme ai fagioli sgranati e alle erbe aromatiche.

    Fai a fettine sottili la pancetta e aggiungila agli altri ingredienti nella pentola. Copri tutto con l'acqua (circa 1 l), porta a ebollizione e poi abbassa il fuoco. prosegui la cottura a fiamma bassa e a recipiente coperto per circa 1 ora.

    Devi controllare che l'acqua non si assorba completamente. Se accade, aggiungine un po' calda ogni volta che il fondo si asciuga.

    Lava i pomodori, spezzettali grossolanamente e falli rosolare in una casseruola con il burro e l'olio d'oliva. Quando i fagioli sono ben cotti, scolali insieme alle cotenne e uniscili ai pomodori rosolati.

    Insaporisci fagioli e pomodori con il sale e il pepe, aggiungi anche il cotechino privato della pelle e affettato e continua la cottura a fuoco basso per 10 minuti circa. Servi la fagiolara piemontese ben calda.

    di DONNA MODERNA Riproduzione riservata