Ciliegie sotto grappa

4/5
  • Procedura 30 minuti
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Ciliegie sotto grappa


    invia tramite email stampa la lista

    Le ciliegie sono il frutto tipico del mese di giugno. Peccato però che non durino molto difatti, già dalla metà di luglio, non se ne trovano più. Spesso ci si domanda come conservarle, per potersele gustare con calma anche nei mesi successivi, soprattutto con l’arrivo dei primi freddi per accompagnare la nostalgia dell’estate. Ecco quindi un modo semplice e anche uno dei più antichi che abbiamo a disposizione: le ciliegie sotto grappa. Si preparano in poco tempo e si conservano a lungo, avendo così a disposizione delle ottime ciliegie da gustare da sole, oppure per guarnire crostate, torte o da accompagnare a del gelato alla vaniglia o, per le più audaci, per preparare dei cioccolatini al liquore fatti in casa. Bisogna però solo avere un’unica accortezza: con il passare del tempo, infatti, i frutti assorbiranno l’alcol diventando molto alcolici!

    • 1

      Per 2 vasetti da 1 kg di ciliegie sotto grappa per prima cosa lavate bene 800 g di ciliegie e asciugatele con un telo; tagliate i piccioli conservandone circa un cm attaccato ai frutti.

    • 2

      Fate uno strato di ciliegie nei vasi, cospargete con 1 cucchiaio di zucchero, unite qualche scorzetta di limone non trattato, cannella e chiodi di garofano e continuate così a strati alternando ciliegie, zucchero, limone e spezie (in tutto vi occorreranno circa 300 g di zucchero, la scorza di 2 limoni, una stecca di cannella e 8 chiodi di garofano).

    • 3

      Riempite i vasi di ciliegie con grappa a 45°, chiudeteli ermeticamente e metteteli in dispensa a riposare. 

    • 4

      Durante il riposo scuoteteli ogni tanto e fate trascorrere almeno 2 mesi prima di consumare le ciliegie sotto grappa. La conserva chiusa dura 2 anni.

    di CUCINA MODERNA ORO Riproduzione riservata