Idee in cucina

Soça valdostana con la verza

4/5
  • Procedura 1 ora 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Soça valdostana con la verza


    invia tramite email stampa la lista
    Soça valdostana con la verza
    La trovi anche su:

    Piatto tradizionale della Valle d'Aosta, la soça valdostana con la verza è un delizioso pasticcio di carne, verdura e formaggio. Una pietanza ricca, da 500 calorie a porzione, perfetta per un pranzo della domenica nei mesi più freddi dell'anno. Ecco la ricetta in 5 semplici step.

    Preparazione

    1) Mondate con cura 1 cavolo verza da circa 500 g di peso, eliminate le foglie esterne più dure, quindi lavate il cespo e tagliatelo prima in quarti e poi a listerelle. Con un coltello affilato, tagliate 700 g di polpa di manzo a dadini, dopo averla liberata dell'eventuale grasso e dei tendini. Sbucciate e lavate 3 patate, quindi tagliate anch'esse a dadini, più o meno della stessa grandezza di quelli della carne.

    2) Raschiate 1 carota, lavatela e tagliatela a pezzetti, poi riducete a pezzetti anche 1 cipolla già mondata e mettete tutto in un tegame con 1,5 l di acqua e 1 spicchio di aglio pulito. Fate cuocere a fuoco medio per 20 minuti, poi aggiungete la carne e proseguite la cottura per altri 20 minuti, eliminando la schiuma, via via che affiora, con un mestolo forato.

    3) Trasferite la verza e le patate nel tegame con la carne, salate, pepate e proseguite la cottura per circa 20 minuti: sia la verza che le patate dovranno essere perfettamente cotte. Nel frattempo levate la crosta a 80 g di fontina valdostana e affettatela finemente.

    4) Scolate il manzo, le patate e la verza e accomodatele in un solo strato in una pirofila da forno. Ricoprite il pasticcio con le fettine di fontina e irrorate con 30 g di burro fuso.

    5) Mettete la soça valdostana a gratinare in forno preriscaldato a 180° C per circa 10 minuti, poi servitela ben calda. Si può disporre la soça anche in recipienti di terracotta monoporzione, sempre da passare prima in forno.

    di IN TAVOLA Riproduzione riservata