pizza-al-pesto-con-pomodori-datterini foto

Pizza al pesto con pomodori datterini

  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Pizza al pesto con pomodori datterini

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Pizza al pesto con pomodori datterini

    La trovi anche su:

    Scopri come preparare una pizza tricolore sfiziosa e profumata con una base di pesto al basilico, tanti freschi pomodorini  e la classica mozzarella. Ecco la ricetta step by step della pizza al pesto con pomodori datterini.

    Sciogli 25 g di lievito di birra in 1/2 dl di acqua minerale frizzante tiepida. Unisci 50 g di farina 0 e 1 cucchiaino di zucchero (o di miele) e amalgama. Copri con la pellicola e lascia lievitare il panetto per 30 minuti. Disponi a fontana sulla spianatoia 250 g di farina 0, 200 g di farina manitoba e 1 patata lessata e schiacciata. Unisci il panetto lievitato, 2 dl di acqua minerale frizzante non fredda e 1 cucchiaino di sale. Lavora l'impasto per 10-15 minuti e sbatti la pasta più volte sulla spianatoia. Forma una palla, mettila in una ciotola unta con un velo di olio extravergine d'oliva, pratica un taglio a croce, copri con pellicola e fai lievitare in luogo tiepido per almeno 2 ore.

    Lava 300 g di pomodorini datterini e tagliali a metà nel senso della lunghezza; fai sgocciolare 250 g di mozzarella fiordilatte a cubetti su carta da cucina. Lavora la pasta lievitata, dividila in 4 parti e stendila in altrettante pizze di 1/2 cm di spessore. mettile nella placca unta d'olio, punzecchiale e infornale per 5 minuti a 220° C. Sforna le pizze, spalmale con 200 g di pesto di basilico passa in forno per altri 5 minuti. Sforna le pizze e farciscile con la mozzarella, i pomodorini e 20 g di pinoli leggermente tostati, condiscile con 1 pizzico di sale e un filo di olio extravergine d'oliva.

    Passa le pizze al pesto con pomodori datterini in forno per altri 10 minuti o finché la pasta sarà dorata e croccante. Decora le pizze con tante foglie di basilico fresco e servile subito in tavola ancora caldissime.

    Riproduzione riservata