Patè in gelatina

Foto
4/5
  • Procedura 1 ora
  • Cottura 15 minuti
  • Persone 6
  • Difficoltà media

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Patè in gelatina


    invia tramite email stampa la lista

    250 g di fegatini di pollo
    200 g di fegato di vitello
    mezza cipolla
    160 g di burro
    un mazzetto di timo
    8 dl di gelatina
    2 cucchiai di Marsala
    60 g di ribes rametti di mirto
    crostini di pancarré
    sale, pepe



    1) Fate fondere 50 g di burro in un tegame; unite la cipolla tritata fine e fatela appassire a fuoco dolcissimo. Unite i fegatini e il fegato di vitello tagliati a pezzetti regolari e rosolateli per un paio di minuti, mescolandoli. Salate, pepate, unite le foglioline del timo, spruzzate con il Marsala e fate cuocere per 5 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.
    2) Sciogliete il resto del burro in un pentolino, lasciatelo raffreddare, unitelo ai fegatini e passate tutto al mixer fino a ottenere un composto il più possibile fine. Trasferitelo in uno stampo a cassetta svasato di 8 dl, foderato con un foglio di pellicola, e lasciatelo rassodare in frigo per 4 ore almeno.
    3) Estraete il patè compatto, lavate lo stampo, versate sul fondo uno strato di gelatina e lasciate rassodare in frigo. Mettete nello stampo anche la mattonella di patè, senza farla strisciare sui bordi versate altra gelatina, in modo da riempire i bordi e ricoprire il patè, e lasciate rassodare in frigo per almeno 3 ore.
    4) Versate la gelatina rimasta in una placca, formando uno strato di un cm circa, tenetela in frigo finché si sarà indurita bene e tagliatela a cubetti
    5) Sformate il patè sul piatto di portata, decoratelo con rametti di ribes e ciuffetti di mirto e contornatelo con i cubetti di gelatina. Servitelo con i crostini.

    di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata