Pane di campagna con lievito naturale

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Pane di campagna con lievito naturale

    Invia tramite Email Stampa la lista

    1) Per avere 1 kg di pane mettete la pasta madre in una bacinella, unitevi 200 g di acqua e scioglietela mescolando con una frusta.


    2) Aggiungete la farina, meglio se macinata a pietra, il sale e, se lo usate, il malto o il miele (per dare alla crosta un colore più dorato); mescolate ancora e lasciate riposare per qualche minuto.

    3) Lavorate l'impasto con le mani: inizialmente tenderà a strapparsi e si presenterà disomogeneo; trasferitelo sulla spianatoia e continuate a lavorare energicamente, sbattendolo e raccogliendolo a più riprese in quando risulterà liscio e omogeneo. Praticate un taglio a croce, coprite con un panno umido e fate riposare in ambiente tiepido per 2-3 ore.

    4) Controllate la lievitazione premendo un dito al centro della pasta: si formerà una fossetta che si richiuderà subito. Dividetela in due parti e, arrotondandole e richiudendole a più riprese, foggiate due pagnottelle.

    5) Mettete ogni pagnottella in un cestino foderato con un panno umido, copritele richiudendo il panno e lasciatele riposare in ambiente tiepido per 2 ore fin quando risulteranno soffici e gonfie.

    6) Trasferite le pagnottelle su una piastra refrattaria o di ghisa, praticate in superficie un'incisione a croce e cuocete in forno preriscaldato a 220° per 35-40 minuti. Per mantenere il pane morbido è buona norma umidificare il forno con uno spruzzino o inserendo una ciotola d'acqua.

    Per preparare la pasta madre si parte dal lievito madre, ma che si può fare anche in casa.

    Impastate 50 g di farina di segale integrale con 50 g succo di una mela o un caco maturo con la buccia e conservate a temperatura ambiente. Dopo 24 ore impastate il composto con 100 g di farina di frumento 0 e 100 g di acqua tiepida e conservate a temperatura ambiente. Dopo altre 24 ore impastate il composto con altri 100 g di farina 0 e 100 g di acqua tiepida e conservate a temperatura ambiente. Ripetete l'operazione finché nel composto si formano le bolle, che sono indice di attività fermentativa.

    Il lievito madre si conserva in frigo e va "rinfrescato" ogni volta che volete fare la pasta madre.

    Preparatela così: lasciate 40 g di lievito madre per un'ora a temperatura ambiente, scioglietelo in 200 g di acqua, unite 200 g di farina 0, mescolate e fate fermentare per 12-16 ore a 26-27°.

    Riproduzione riservata