Tortelli fritti di carnevale

Fritole di Carnevale

  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Fritole di Carnevale

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Fritole di Carnevale

    La trovi anche su:

    A Venezia a Carnevale si preparano delle frittelle addolcite dall'uva passa: le fritole. Si fanno in due versioni, con e senza lievito. Donna Moderna vi propone qui la prima.

    Se si fa una visita a questa splendida città proprio in questo periodo, è impossibile non imbattersi in questo dolce estremamente gustoso e aromatico. L'uvetta, il limone, la cannella e il rhum le rendono profumate e appetitose con un sapore caratteristico e irresistibile. Leggere e fragranti, spesso vengono arricchite anche da pinoli e, una volta cotte, si possono aprire a metà e spalmare di crema per renderle ancora più ricche e inebrianti. 

    Nel Settecento furono addirittura soprannominate "dolce Nazionale dello Stato Veneto". La ricetta fu poi preparata anche in altre città italiane, come Trieste, o in alcune città siciliane, dove vengono chiamate "sfingiteddi" o "sfingi". 

    Preparazione

    1) Mescolate 500 g di farina con 30 g di lievito di birra stemperato in poco latte tiepido, aggiungete 50 g di uvette rinvenuta in acqua, 50 g di zucchero, la scorza grattugiata di un limone naturale, un pizzico di sale, 2 di cannella, 3 uova, 1/2 dl di rum e tanto latte (2 dl circa) da ottenere una pastella densa che lascerete lievitare per 30 minuti al caldo.

    2) Friggete la pastella a cucchiaiate in olio bollente, scolate le frittelle e passatele in abbondante zucchero a velo o, come nella ricetta tradizionale, in 50 g di zucchero semolato.

    Riproduzione riservata