Idee in cucina

Fiori di zucca ripieni alla ligure

5/5
  • Procedura 1 ora 45 minuti
  • Cottura 1 ora 10 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Fiori di zucca ripieni alla ligure


    invia tramite email stampa la lista

    Preparazione

    1) Lavate la patata, lessatela con la buccia per 30-40 minuti, scolatela, spellatela e riducetela in purea con lo schiacciapatate. Spuntate le zucchine e tagliatele a dadini minuti.

    2) Rosolate le zucchine a dadini in tegame con 2 cucchiai di olio, il prezzemolo tritato con l'aglio, sale e pepe. Cuocete circa 10 minuti, finché saranno ben tenere, poi amalgamatele con il loro sughetto alle patate. Regolate di sale, unite il parmigiano, il tuorlo e amalgamate bene il tutto.

    3) Aprite i fiori di zucca senza romperli ed estraete il pistillo aiutandovi con le forbici. Sciacquateli velocemente, asciugateli delicatamente tamponandoli con carta da cucina.

    4) Farcite i fiori di zucca con il ripieno di zucchine e chiudeteli in punta attorcigliando le estremità dei petali su se stessi. Sistemate i fiori in una teglia rivestita di carta da forno. Irrorateli con il rimanente olio e passateli in forno caldo a 180° C per 25 minuti. Servite subito i fiori di zucca ripieni.

    fiori di zucca ripieni alla ligure rappresentano un contorno o anche un antipasto tipico della tradizione gastronomica della Liguria. Sono una proposta veloce e leggera, perfetta per le calde sere d’estate. Alcune ricette sostituiscono i fagiolini alle zucchine oppure potete scegliere anche delle erbe aromatiche come l’origano, la menta o il timo che danno un aroma particolare e li rendono più gustosi.

    I fiori di zucca da prediligere per un risultato ottimale sono quelli grandi e ben aperti e bisogna avere molta cura nel trattare il fiore durante la lavorazione per non danneggiare i fiori; meglio quindi aiutarsi con una piccola forbice.

    Il fiore di zucca è il fiore della zucchina e si raccoglie da primavera fino al termine dell’estate. È molto versatile e può essere utilizzato anche per condire la pasta, per torte salate o, per chi non è a dieta, anche fritto.


    di LA CUCINA REGIONALE ITALIANA Riproduzione riservata