Cheesecake giapponese

Credits: Teresa Balzano
4/5
  • Procedura 1 ora 30 minuti
  • Cottura 1 ora
  • Persone 6
  • Difficoltà media

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Cheesecake giapponese


    invia tramite email stampa la lista

    Cerchi una torta soffice e leggera come una nuvola? Prova la ricetta della Cheesecake Giapponese o Japanese Cotton Cheesecake! Una torta morbida e delicata, da preparare con cura e amore per un risultato delizioso, che migliorerà se la preparate con un giorno di anticipo.

    Questa torta soufflè morbidissima, leggera e ariosa è la variante della più classica torta al formaggio newyorkese ed è originaria del Giappone. Si è fatta conoscere grazie a un video diventato virale in rete, dove una ragazza preparava questo dolce con soli tre ingredienti (uova, cioccolato bianco e crema al formaggio). Da allora mille varianti hanno popolato le tavole anche dello stivale. La sua consistenza quasi spumosa e la sua morbidezza lo rendono un dessert di sicuro effetto.

    • Credits: Teresa Balzano
      1) Preriscaldate il forno a 200 °C. Rivestite il fondo di uno stampo a cerniera da 20 cm con carta forno e imburrate e infarinate i bordi. Scegliete uno stampo con i bordi molto alti. Poi rivestite il fondo della tortiera con un foglio di carta alluminio visto che la cheesecake giapponese dovrà cuocere a bagnomaria.

      NOTA: Lo stampo deve avere i bordi molto alti. Non scegliete uno stampo di diametro più ampio perché verrebbe troppo bassa e ne perderebbe in bontà e consistenza. Per essere certi che l’impasto non fuoriesca potete anche rivestire l’interno della teglia con della carta forno in modo che questa sbordi di circa 2 cm rispetto all’altezza della teglia.

    • Credits: Teresa Balzano
      2) Fate sciogliere il formaggio a bagnomaria. Senza togliere dal fuoco aggiungetevi i tuorli uno alla volta, mescolando continuamente con una frusta a mano. Unite la farina, la maizena, metà dello zucchero e amalgamate il tutto. In un pentolino a parte scaldate il latte insieme al burro. Quando quest’ultimo sarà fuso spegnete il fuoco e unite al composto di formaggio. Amalgamate. Unite il sale e gli aromi. Mescolate bene il tutto e tenete da parte.
    • Credits: Teresa Balzano
      3) In un’altra ciotola iniziate a montare gli albumi, appena iniziano a gonfiarsi unite il cremor tartaro. Aggiungete anche lo zucchero poco per volta e continuate a montare fino a ottenere una spuma morbida. Gli albumi non dovranno essere montati a neve troppo ferma. Poco per volta unite gli albumi al composto di formaggio e, con una spatola, amalgamate il tutto con un movimento delicato dal basso verso l’alto.
    • Credits: Teresa Balzano
      4) Una volta incorporati tutti gli albumi versate il composto nella teglia e battete leggermente il fondo della tortiera per far uscire l’eventuale aria in eccesso per garantire una struttura compatta della torta. Riempite una teglia più grande dello stampo della torta con un dito d’acqua e mettetevi all’interno la tortiera della cheesecake. L’acqua dovrà arrivare a metà dello stampo.
    • Credits: Teresa Balzano
      5) Infornate la cheesecake a 160 °C per circa un’ora finché la superficie della torta sarà dorata. Per la cottura potrebbe volerci anche di più, per cui dopo un’ora aprite. Poi spegnete il forno, aprite il forno in fessura e lasciate riposare per altri 50 minuti.

      NOTA: In cottura non aprite mai il forno e non abbiate fretta di sfornarla altrimenti correte il rischio che si sgonfi troppo.

      A questo punto finalmente sfornate la torta e lasciatela riposare nella tortiera prima di sformarla. La torta si abbasserà leggermente. Spostate poi la cheesecake giapponese in frigorifero, coperta con pellicola o in un contenitore sigillato, e fatela riposare per mezza giornata prima di servire. Potete accompagnare la cheesecake con della panna montata e frutta fresca.

    La cheesecake giapponese ha bisogno di tante piccole attenzioni e pazienza. Prestatele le giuste cure altrimenti il risultato finale non vi soddisferà. 

    Foto e Testi di Teresa Balzano

    Riproduzione riservata