Carciofi sottolio toscani

5/5
  • Procedura 40 minuti
  • Cottura 10 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà media

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Carciofi sottolio toscani


    invia tramite email stampa la lista
    Carciofi sottolio toscani
    La trovi anche su:

    Preparazione

    1) Mondate 8 carciofi privandoli di quasi tutto il gambo (lasciate la parte attaccata al cuore), delle punte e delle foglie esterne più dure. Tagliate i cuori a metà per il verso longitudinale e disponeteli, man mano che sono pronti, in una bacinella ricoperti di acqua e del succo di 1 limone di modo che non anneriscano.

    2) Ponete in un tegame 1 l e mezzo di vino bianco secco, 1 l di aceto di vino bianco e 60 g di sale grosso. Portate a ebollizione, quindi versatevi i carciofi, coprite e, dalla ripresa del bollore, cuocete per 5 minuti. Scolateli e lasciateli riposare per circa 1 ora a testa in giù su un telo di cotone.

    3) Quando saranno ben freddi sistemateli pressati in un barattolo di vetro, alternandoli ai 5 chiodi di garofano e ai 20 grani di pepe. Coprite a filo con l'olio extravergine d'oliva, arrivando fino al collo del recipiente. Lasciate aperto il barattolo per circa 2 ore, quindi chiudete ermeticamente con un coperchio e riponete in luogo buio e fresco a insaporire per almeno 15 giorni.

    4) Servite ricoperti con un'emulsione preparata con 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva e 1 ciuffo di prezzemolo tritato e condite con una generosa macinata di pepe. Guarnite la composizione con grani di pepe e chiodi di garofano.


    carciofi non richiedono grandi abbinamenti, potete mangiarli come piatto unico insieme a una fetta di pane, ma se desiderate un piatto più sostanzioso vanno benissimo accompagnati con le carni bianche, quindi per esempio con il pollo oppure con il coniglio alla griglia. Un buon vino bianco completa il piatto. Qui trovate tanti altri modi per cucinare i carciofi.

    di LA CUCINA REGIONALE ITALIANA Riproduzione riservata