Idee in cucina

Cannelloni all’abruzzese

4/5
  • Procedura 2 ore 15 minuti
  • Cottura 45 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà media

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Cannelloni all’abruzzese


    invia tramite email stampa la lista

    Chi conosce la ricetta dei cannelloni all'abruzzese? Questo saporito primo piatto al forno si prepara arrotolando sfoglie di pasta fresca di semola di grano duro e farina di mais (non la classica pasta all'uovo per lasagne), ha un ripeno delizioso di carni miste e pecorino e una copertura speziata profumata alla cannella. Vediamo insieme come si fanno.

    Preparazione

    1) Setacciate a fontana 200 g di farina di grano duro e 85 g di farina di mais fine sulla spianatoia, aggiungete un pizzico di sale e acqua quanto basta a ottenere una pasta abbastanza soda ed elastica. Raccoglietela a palla e fatela riposare coperta per 30 minuti; poi stendetela in una sfoglia sottile e da questa ricavate tanti quadrati, adagiateli su un piano leggermente infarinato e fateli riposare per altri 10 minuti.

    2) Nel frattempo preparate il ripieno: fate rosolare 400 g di carne macinata mista (agnello, manzo, maiale) in 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva caldo, quindi impastatela con 4 uova, 100 g di pecorino abruzzese dolce e un pizzico di noce moscata; amalgamate bene e tenete da parte.

    3) Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocetevi i quadrati di sfoglia, pochi per volta in modo che non si attacchino tra di loro (eventualmente aggiungete 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva nell'acqua). Scolateli uno per volta e stendeteli delicatamente su un
    canovaccio pulito, poi ponete su ogni riquadro un poco del ripieno di carne preparato.

    4) Arrotolate le sfoglie di pasta formando i cannelloni e disponetela in una teglia unta con il resto dell'olio extravergine d'oliva. Spennellate i cannelloni con 1 tuorlo d'uovo sbattuto, spolverizzate con 1 cucchiaio raso di cannella in polvere e cuocete in forno già caldo a 180° C per circa 20 minuti.

    di LA CUCINA REGIONALE ITALIANA Riproduzione riservata