Agnolotti alla piemontese

Credits: AA081885 cucina 170 255 254 1700 2550 RGB
5/5
  • Procedura 2 ore 20 minuti
  • Cottura 1 ora 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà difficile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Agnolotti alla piemontese


    invia tramite email stampa la lista

    La pasta fatta in casa richiede un lavoro molto particolare, ma non è così difficile come sembra: occorre seguire alcuni passi specifici con attenzione e il risultato non può che essere perfetto. Questi agnolotti piemontesi sono ideali per un pranzo sostanzioso e raffinato: con i vostri ospiti farete sicuramente un'ottima figura!

    Preparazione

    1) Setacciate 400 g di farina sulla spianatoia e impastatela con 4 uova. Lavorate l'impasto per almeno 15 minuti, poi avvolgetelo in una pellicola per alimenti e lasciatelo riposare 30 minuti.

    2) Steccate 400 g di polpa di maiale intera e 400 g di polpa di vitello intera con 2 spicchi di aglio e 1 rametto di rosmarino, legate separatamente i due pezzi di carne, poi metteteli a rosolare con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e 1 noce di burro in una casseruola che li contenga a misura. Sfumate con 3 cucchiai di vino, salate, pepate e proseguite la cottura a fuoco basso e a recipiente coperto, per circa 40 minuti, aggiungendo, poco alla volta, il vino bianco rimasto.

    3) Lessate 400 g di verza in acqua salata e strizzatela. Sgocciolate la carne, fatela raffreddare, poi passatela due volte al tritacarne insieme alla verza. Versate il composto in una ciotola, unite 2 uova, 100 g di parmigiano e aggiustate di sale e pepe.

    4) Versate 700 g di passata di pomodoro nel fondo di cottura, salate e proseguite la cottura per circa 20 minuti a fuoco basso. Tirate la sfoglia e tagliatela a quadrati di 5 cm di lato con la rotella tagliapasta, farciteli con un cucchiaino di ripieno e sigillateli a rettangolo. Lessate gli agnolotti in acqua salata (foto), scolateli e conditeli con il sugo e con il parmigiano rimasto.

    di LA CUCINA REGIONALE ITALIANA Riproduzione riservata