Oca brasata con verza e polenta

4/5
  • Persone 4

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Oca brasata con verza e polenta


    invia tramite email stampa la lista

    Cucinare l'oca brasata con verza e polenta significa portare in tavola un piatto tipico dell'Italia settentrionale, che sposa non solo la centenaria tradizione contadina dal gusto improtante e deciso, ma anche una certa raffinatezza, grazie a questa carne bianca dal sapore così particolare e delicato.

    • 1 Sgrassate 1 petto d'oca e 1 coscia d'oca asportando con un coltellino gran parte del grasso sotto pelle; salateli e pepateli. Tagliate 1 carota e 1 cipolla a grossi pezzi, 300 g di pomodorini ciliegia a spicchi e mezza verza piccola a tocchetti. Scaldate in una casseruola 3-4 cucchiai di olio, unite la carota, la cipolla, 1 rametto di rosmarino e 1 spicchio d'aglio con la buccia e soffriggeteli leggermente mescolando con un cucchiaio di legno. Dopo pochi minuti, aggiungete la carne e rosolatela da tutte le parti; completate con i pomodorini e la verza e mescolate ancora.
    • 2 Versate nella casseruola 2 dl circa di brodo caldo, portate a ebollizione, abbassate la fiamma, coprite il recipiente e continuate la cottura per circa un'ora e mezzo, cospargendo di tanto in tanto la carne con il suo fondo.
    • 3 Intanto preparate la polenta: portate a ebollizione un litro abbondante di acqua salata a cui avrete unito 1/2 dl latte e 1 cucchiaio di olio, versatevi a pioggia 300 g di farina di mais integrale, mescolando con una frusta, e continuate la cottura per circa un'ora. Alla fine togliete la polenta dal fuoco e incorporate la panna.
    • 4 A cottura ultimata, scolate l'oca dal suo sugo, tagliate la polpa a fettine non troppo sottili e sistematele nei piatti. Distribuite in ogni piatto un po' delle verdure, completate con 2 grosse cucchiaiate di polenta, cospargete il tutto con il sugo molto caldo e servite subito.
    di SALE&PEPE Riproduzione riservata