millefoglie-alle-fragole-e-panna preparazione

Millefoglie alle fragole e panna

  • Procedura
    40 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Millefoglie alle fragole e panna

    Invia tramite Email Stampa la lista

    La sfoglia, friabile e caramellata, si alterna mirabilmente con la panna montata e le fragole, in questa torta a strati classica, ideale per concludere un menu raffinato. Segui la ricetta step by step della millefoglie alle fragole e panna.

    Schiaccia baccelli di cardamomo, preleva i semi e pestali in un mortaio. Ricava da 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare già pronta 2 quadrati e 2 rettangoli che accostati abbiano la medesima dimensione dei quadrati. Bucherellane la superficie con i rebbi di una forchetta.

    Metti le forme di sfoglia ricavate su un foglio di carta da forno inumidito e cuocili nel forno a 190° C per circa 5 minuti. Quando iniziano a gonfiarsi, coprili con una gratella e falli cuocere per 15 minuti, se non ce l'hai può andare bene anche la griglia del forno, naturalmente ben lavata e asciugata. 

    Sciacqua 400 g di fragole, asciugale delicatamente, leva i piccioli e tagliale a fettine. Togli la gratella dalle sfoglie in cottura, spolverizza con zucchero a velo, alza la temperatura a 220° C e fai cuocere per altri 2-3 minuti.

    Togli infine le sfoglie dal forno e falle raffreddare. Versa 4 dl di panna fresca in una ciotola con 4 cucchiai di zucchero semolato e il cardamomo e montala con le fruste. Trasferiscila insieme alle fragole in frigorifero fino al momento di creare la millefoglie.

    La millefoglie va assemblata all'ultimo momento perché non perda la sua golosa croccantezza. Prepara quindi gli strati solo all'ultimo minuto alternando panna e fragole prima su un quadrato di sfoglia e poi sulle due sfoglie rettangolare accostate. Termina con il secondo quadrato di sfoglia 

    Decora il top della torta millefoglie alle fragole e panna con una spolverata di zucchero a velo giusto un secondo prima di servirla in tavola.

    Riproduzione riservata